Playstation 3: Sony punta al rilancio

Con la sua nuova consolle PS3, presentata oggi a Los Angeles in California, la Sony, il colosso giapponese dell'elettronica e dell'entertainment, punta ad una rinascita

Con la sua nuova consolle PS3, presentata oggi a Los Angeles in California, la Sony, il colosso giapponese dell'elettronica e dell'entertainment, punta ad una rinascita dopo anni difficili durante i quali la palma dell' innovazione è andata alla americana Apple, con il suo popolarissimo mini lettore di musica digitale iPod.

La PS3, in vendita a partire dall'autunno, mira a definire gli standard dell'inizio del 21.mo secolo in materia di tecnologia ed entertainment. Ma c'é chi teme un flop alla Betamax, lo standard per le cassette video domestiche che la casa giapponese non era riuscita ad imporre contro il Vhs se non come standard per la tv professionale.

La PS3 è molto di più di una semplice consolle. Oltre ai videogiochi, il nuovo apparecchio avrà la possibilità di 'scaricare' o di riprodurre in 'streaming' musica e film da internet, per poi riproiettarli su un televisore ad alta definizione, sfruttando un nuovo standard che la Sony spera di imporre al mercato televisivo e cinematografico.

Ed è qui che le cose si complicano: la Sony promuove lo standard dvd ad alta definizione 'Blue-Ray', in competizione con quello rivale 'Hd Dvd', messo a punto e difeso da colossi elettronici come la Toshiba, e che ha il vantaggio della compatibilità con il formato attuale Dvd. I primi lettori 'Hd Dvd' sono già apparsi sul mercato a prezzi oscillanti tra i 500 e gli 800 dollari, e il sistema ha l'appoggio della Microsoft, pronta a fornire nei prossimi mesi un lettore esterno per le sue consolle Xbox 360, concorrente diretto della PS2 e della futura PS3. La Sony, con qualche ritardo rispetto alle previsioni iniziali, ha annunciato un primo lettore Blu-Ray per l'estate.

Uno dei vantaggi del sistema, che ha l'appoggio di molte delle major di Hollywood è la capienza decisamente più ampia dei dischetti: 25 gigabytes contro 15 per ogni strato. In occasione del lancio della sua nuova PlayStation, in coincidenza con la gigantesca 'Electronic Entertainment Expo' losangelina, la Sony ha fatto le cose in grande. La PS3 viene presentata negli storici studio cinematografici di Culver City, quelli in cui vennero filmati grandi classici di Hollywood come il colossal 'Ben-Hur' o 'Singin' in the Rain' (Cantando sotto la pioggia), il capolavoro di Stanley Donen con Gene Kelly.


Che quella dei dvd ad alta definizione sia una sfida essenziale per la Sony lo riconoscono volentieri tutti gli analisti. Al Los Angeles Times uno di loro, Michael Patcher, spiega che "la Ps3 è il cavallo di Troia della Sony", per tentare di imporre al mercato il suo standard. Per la casa giapponese si tratta di una questione di vita o di morte, pensano addirittura alcuni esperti.

In prima fila nella tecnologia dell'entertainment con prodotti come il walkman e il discman, per anni tra i leader nei televisori di alta qualità nonostante i prezzi elevati, la Sony ha subito però una serie di smacchi, anche dopo la vicenda Betamax. Il caso più clamoroso è quello dei lettori di musica digitale. La società giapponese ha tardato a produrli e ad immeterli sul mercato, preferendo spingere il suo (macchinoso) sistema MiniDisc e lasciando il campo libero alla Apple, che ha venduto decine di milioni di iPod, diventando di gran lunga il leader del mercato. Con il moltiplicarsi delle tv a schermo piatto, al plasma o a cristalli liquidi, sta cambiando decisamente anche il mercato dei televisori, con numerose marche, non solo giapponesi ma anche coreane, in grado di offrire prodotti di alta qualità a prezzi decisamente inferiori. Negli Usa, l'immagine della Sony si è in particolare deteriorata in questi ultimi anni con il successo crescente di colossi come la coreana Samsung, diventata oltreoceano sinonimo di altà qualità e uno dei leader del settore





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su