Intel e Microsoft allargano il fronte a favore di HD-DVD

Si aggiungono altri sostenitori al gruppo che difende l'alta definizione dei DVD, la terza generazione HDDVD, e oggi da Tokyo la Nec , la Memory Tech, la Sanyo e la Toshiba hanno accolto tra il fronte della nuova generazione anche la Intel e la M

Si aggiungono altri sostenitori al gruppo che difende l'alta definizione dei DVD, la terza generazione HDDVD, e oggi da Tokyo la Nec , la Memory Tech, la Sanyo e la Toshiba hanno accolto tra il fronte della nuova generazione anche la Intel e la Microsoft. Fronte che si oppone alla Sony che invece difende a spada tratta il modello del DVD con disco a raggio blu e che vuole vendere all'industria del cinema di Hollywood.

''Per la futura generazione dell' HDDVD, ci sono molti vantaggi che ha il disco a blue raggio - ha commentato il Presidente della parte elettronica della Sony Ryoji Chubachi, in una ristretta conferenza stampa a Tokyo - non posso dire altro riguardo le strategie dei concorrenti''.

'' Per arrivare ad un modello uniforme e finale bisogna studiare i bisogni dei consumatori, persuadere i produttori e portare i risultati a Hollywwod'' ha detto il Presidente della Sony, dal quartiere generale di Shinagawa, a sud di Tokyo. La corsa al modello del futuro e' tuttavia entrata nella fase del grande schieramento con l'ingresso annunciato oggi delle due grosse aziende: Intel e Microsoft che fremono di battere il colosso Sony nella battaglia dei DVD. A Tokyo un portavoce del consorzio delle quattro aziende ( Memory Tech, Nec, Sanyo e Toshiba)ha subito informato : '' La partecipazione a questo consorzio da parte di due societa' globali nell'industria dell'IT rilancia la promozione del modello HDDVD e porta la conoscenza tecnica e del marketing al consorzio che entreranno presto su mercato ''.

'' Il modello HD DVD e' estremamente importante per lo sviluppo del PC e del mercato audivisivo - ha poi commentato il direttore generale della Nec Hiroshi Gokan. ''Siamo molto contenti di questo ingresso per sviluppare ulteriori potenzialita' per il modello futuro - ha aggiunto il presidente di Memory- tech, Shiroharu Kawasaki.

(AGE) ANDREA NUNZIATA





Fonte: pubblicato il


Torna su