Investimenti migliori durante la crisi? Case e terreni visto che inflazione potrebbe crescere

Investire in terreni, soprattutto se edificabili. I consigli degli analisti.

Due dei maggiori analisti finanziari al mondo, Jim Rogers e Marc Faber, prevedono per i prossimi anni un periodo di forte inflazione in Usa, che di li, come accaduto per la crisi dei subrpime che ha scatenato le difficoltà finanziarie mondiali, si trasmetterà al resto delle economie occidentali. Siamo, dunque, a rischio inflazione.

Quali, dunque, gli investimenti migliori in questo periodo che di certezze non ne da? E’ sempre Rogers, che a suo tempo aveva già annunciato i maxi rialzi del petrolio del 2007-2008, che ritiene che oggi i migliori investimenti possibili siano quelli immobiliari. In particolare, dice Rogers, meglio investire in terreni agricoli ed edificabili, che potrebbero offrire guadagni notevoli.

Rogers motiva questo consiglio spiegando che all’indomani del periodo più buio della crisi, dal quale non siamo ancora davvero usciti, le propensioni economiche sono verso chi produce beni reali e, poiché ci vorrà molto tempo perché il mondo possa archiviare come definitivamente terminata la crisi finanziaria attuale, questo tipo di investimento dovrebbe garantire benefici per lungo tempo, dovuti anche ai cali dei prezzi.








di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il


Torna su