Pensione a metà a Febbraio 2009 per dipendenti pubblici Inpdap. Problemi documenti. Come fare?

Caos agli sportelli Inpdap, pensionati infuriati. Il motivo? Le riduzioni delle pensioni per la cattiva informazione.

Caos agli sportelli Inpdap: centinaia i pensionati infuriati. Il motivo? Le riduzioni delle pensioni per la cattiva informazione. Ma per capire la situazione è meglio fare un passo indietro.

La Finanziaria 2008 prevedeva che i pensionati dichiarassero ogni anno le detrazioni d’imposta per i familiari a carico, in modo da poter aggiornare le banche dati dell’Inpdap, l’Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti pubblici, con le variazioni nel nucleo familiare.

L’Istituto in questione ha, poi, inviato una prima comunicazione lo scorso febbraio con la richiesta di aggiornare la propria posizione. Una seconda è stata, infine, spedita a novembre. Su 700mila persone interessate hanno risposto in 440mila. A coloro che, invece, non hanno inviato alcuna comunicazione, sono eliminate automaticamente le detrazioni.

Inoltre, altri che avevano regolarizzato la propria posizione fiscale hanno, comunque, subito una riduzione della pensione per errori nella gestione delle banche dati informatiche. “Pare che alcune delle comunicazioni che viaggiano nel flusso telematico, si siano perse, ammette il direttore della sede Inpdap Milano 1, Luca Marcello Manganaro”.

L’Inpdap ha provveduto ad inserire i loro dati nel sistema e nella prossima rata di aprile, riceveranno quanto gli spetta Il dirigente centrale della previdenza Inpdap, Costanzo Gala, spiega che “dirigente centrale della previdenza Inpdap” e, in attesa di regolarizzare la posizione di tutti, a marzo saranno sospese le trattenute previste.








di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il


Torna su