Aiuto imprese in crisi: finanziamenti, prestiti e fondi regionali. Il caso delle Marche

Nono solo piani anticrisi dei governi nazionali. si mobilitano anche le Regioni.

Non solo piani anti crisi a livello nazionale. Anche le Regioni si mobilitano a sostegno delle imprese in crisi. Secondo le prime stime, su 2,5 mld di euro di incentivi regionali (finanziamenti, bonus, risorse, ecc.) per imprese cittadini, il 60-65% andrebbe proprio a supporto delle aziende.

Spicca in Italia l’esempio delle Marche che ha messo a punto un piano articolato di aiuti e bandi per le Pmi. L'obiettivo è quello di predisporre i primi bandi a sostegno delle imprese nel giro di qualche giorno.

L'intervento di finanziamento si propone di alleggerire i debiti delle aziende con le banche e riuscire ad apportare un forte sostegno agli investimenti. I fondi attualmente a disposizione sono 5 milioni di euro della Regione, cui aggiungono i 3,5 milioni messi a disposizione dalle Province e dalle Camere di Commercio di Ascoli, Fermo, Macerata, Ancona.

Due gli strumenti che saranno adottati, vale a dire, la concessione di garanzie di secondo grado mediante costituzione di apposito fondo dedicato per il consolidamento delle passività e un più facile intervento finanziaro per processi di riconversione produttiva e di ristrutturazione di imprese.





di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il


Torna su