Risparmio bollette con il nucleare anche fino ad un terzo secondo l'Enel

Secondo l’amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, ritornando al nucleare, l’Italia potrebbe abbassare le bollette dei cittadini nell’ordine del 20-30%.

Secondo l’amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, ritornando al nucleare, l’Italia potrebbe abbassare le bollette dei cittadini nell’ordine del 20-30%.

“Il nucleare può aprirci le porte dell’indipendenza energetica - sostiene Conti - Quel 20% di elettricità importata… corrisponde a circa 50-60 miliardi di kilowattora l’anno. L’obiettivo ottimale per l’Italia sarebbe dunque di rimpiazzare questa quota di import con una produzione interna che utilizzi la stessa energia nucleare. Per are questo servirebbero 5 centrali da 1.600 megawatt”.





Fonte: pubblicato il


Torna su