Geox: azioni in perdita del 40% negli ultimi mesi. Ma vi sono piani di rilancio con abbigliamento

La situazione del settore calzature è in contrazione in tutta Europa e ne sta soffrendo anche pesantamente uno dei leader del mercato, ovvero l'italiana Geox che ha perso oltre il 40% del proprio valore negli ultimi mesi in Borsa

La situazione del settore calzature è in contrazione in tutta Europa e ne sta soffrendo anche pesantamente uno dei leader del mercato, ovvero l'italiana Geox che ha perso oltre il 40% del proprio valore negli ultimi mesi in Borsa

Nonostante questo, Geox, la società delle scarpe di Mario Moretti Polegato, in questi giorni è in odore di shopping austriaco, ma non riesce, neanche con questi rumors a scaldare il mercato.

Nel mirino della casa di Montebelluna ci sarebbe la società austriaca Stiefelkonig. Si tratta del maggiore distributore di scarpe nel mercato d’Oltralpe, ma anche di un gruppo che già ricava la maggior parte del proprio fatturato dalle forniture di Geox.

Oltretutto la fase di ristrutturazione del gruppo delle scarpe che respirano sta pesando sulla redditività e anche le guidance fornite da Polegato per il 2008 non hanno entusiasmato gli analisti.

Il mercato europeo è in contrazione e da esso Geox estrae l’80% del proprio fatturato. Il gruppo risente inoltre delle tensioni sui prezzi nei mercati emergenti, sia a livello di materie prime che di costo del lavoro. La strategia del management prevede una forte crescita dei volumi di vendita che dovrebbe portare i ricavi a un cagr medio annuo del 20% da qui al 2010.


Un notevole incremento del fatturato che dovrebbe derivare dall’affiancamento dell’abbigliamento alle scarpe nei punti di vendita. La nuova strategia prevede infatti l’apertura di nuove linee di prodotto e forti investimenti sulla rete che potrebbero passare anche da Vienna.

Il piano potrebbe essere rischioso anche perché, in base a quanto ammesso dallo stesso management il gruppo potrebbe accusare una contrazione dei margini





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su