Costi auto basati sull'utilizzo reale ed effettivo grazie ad un controllo satellitare

Sta per partire un ambizioso progetto olandese per far in modo di pagare le tasse sulle automobili in base al reale utilizzo, utilizzando il GPS

Il monitoraggio satellitare olandese si attiverà a partire dal 2011 per i veicoli commerciali e dal 2012-2016 per le auto private, su cui si pagheranno le tasse in base all’utilizzo reale.

Il progetto intende disincentivare l’utilizzo dei mezzi inquinanti riducendo le emissioni di CO2, ad esempio guidare un Suv per entrare in città attraverso un’autostrada nelle ore di punta costerà sicuramente di più che muoversi con un’utilitaria in un’area rurale dove l’automobile è più che una necessità.

Come funzionerà? Sarà sufficiente munirsi di un dispositivo Gps, con una trasmittente da posizionare nella vettura (ad esempio un semplice telefono Gsm), che trasmetterà i dati a un computer centrale che processerà poi tutte le informazioni ricevute.








Fonte: pubblicato il


Torna su