Stampanti a getto d'inchiostro per aziende e uffici al posto di quelle laser. Lo propone Epson

Epson al lavoro su prodotti per ufficio in linea con lo sviluppo 'verde', ovverosia attento all'ambiente

Tra le società che stanno lanciando nuove linee di prodotti e strategie basate sul risparmio energetico e sulla tutela dell'ambiente, si aggiunge da oggi anche Epson, che ha presentato stamane a Milano, nel corso dell'Epson Forum 2008, il suo ultimo tassello dedicato alla sostenibilità.

Si chiama Energy Economy Innovation, dove Energy sta per risparmio energetico, Economy per convenienza economica, Innovation per innovazione tecnologica. Energy Economy Innovation è a sua volta parte di una visione globale di Epson che arriva da lontano – parte infatti negli anni Settanta – chiamato Action 2010 e che prevede, entro quella data, di agire in accordo con l'omonimo obiettivo del Protocollo di Kyoto.

Nella sostanza Epson si impegna a sviluppare prodotti "equilibrati" tra risparmio energetico ed efficienza e a fare attenzione al riscaldamento globale riducendo le emissioni di CO2 di fabbriche e uffici. In questo senso, proprio la nuova gamma di stampanti per ufficio presentata oggi è un importante passo verso il raggiungimento dell'obiettivo.

I due nuovi modelli (Epson B300 ed Epson B500DN) portano alla ribalta le tecnologie di stampa inkjet per gli ambienti di lavoro, proprio quando il getto d'inchiostro resta l'ultima scelta per le macchine professionali, a favore della stampante laser.

Eppure, sostiene Epson, le sue nuove stampanti (disponibili da giugno per il mercato italiano) garantiscono rispetto alle rivali laser un risparmio sui costi di stampa pari al 70 per cento e un abbattimento dei consumi energetici addirittura del 95 per cento. Tutto avviene mantenendo le performance fondamentali per una stampante da ufficio.





Fonte: pubblicato il


Torna su