Risparmio Metano e Gpl: conviene acquistare questi modelli di auto?

Vale realmente la pena comprare auto ad alimentazione alternativa per risparmiare? Scopriamolo

Oltre al costo del carburante (il Gpl costa praticamente la metà rispetto alla benzina), sono i consumi molto bassi che consentono un risparmio effettivo utilizzando le vetture a carburanti alternativi (Gpl e metano).

Va anche detto che oggi le vetture a Gpl e metano diventano convenienti «all’origine»: tra incentivi governativi e incentivi delle singole case, cui aggiungere un’eventuale rottamazione, il prezzo di acquisto di alcuni modelli a gas è diventato negli ultimi mesi estremamente allettante. Se l’impianto, però, è montato direttamente dal produttore. Anche il bollo auto è scontato per queste autovetture nella maggior parte delle regioni.

Incentivi all’acquisto
Di tutti gli eo-incentivi predisposti in finanziaria l’incentivo più corposo (1.500 euro) sarà erogato per l’acquisto (previsto entro il 31 marzo 2010) di autovetture e veicoli nuovi e omologati dal costruttore per la circolazione con alimentazione doppia o esclusiva a gas metano, Gpl, elettrica o a idrogeno.
Il contributo, anche in questo caso, aumenta di 500 euro se il veicolo acquistato produce emissioni di CO2 inferiori a 120 grammi per chilometro,
Incentivi alternativi di 350 euro e 500 euro sono inoltre previsti nel caso di installazione di impianti a Gpl e di impianti a metano.

Bollo scontato
L’appuntamento primaverile con il bollo auto si avvicina portando alcune significative novità per quanti abbiano scelto auto a GPL o metano.

Assogasliquidi e Consorzio Ecogas, ricordano infatti che agli autoveicoli a GPL e metano non sono stati applicati gli aumenti del bollo auto previsti dalla Finanziaria 2007, così come a quelli elettrici e a idrogeno. L’agevolazione è in vigore da gennaio 2007 ed è valida dal primo periodo di pagamento che scatta dopo il collaudo dell’impianto a gas.


Quindi un autoveicolo a gas continua a pagare la tariffa in vigore nella propria Regione fino a tutto il 2006, generalmente 2,58 euro/kW per pagamenti effettuati per l’intero anno solare.
Sono comunque fatte salve diverse disposizioni regionali. Vi sono infatti casi di applicazione di maggiorazioni rispetto alla tariffa base, come in Abruzzo, Calabria, Campania, Liguria, Toscana, Veneto, Marche e Molise, e questo vale anche per gli impianti a gas, ma anche situazioni di sconto. Anche la Provincia di Bolzano concede vantaggi.





Fonte: pubblicato il


Torna su