Cercare lavoro ed essere pagati per i colloqui. Avviene negli Stati Uniti. I motivi

La ricerca passiva consente alle aziende di risparmiare sulla ricerca personale e ai candidati di non perdere tempo.

La ricerca passiva consente alle aziende di risparmiare sulla ricerca personale e ai candidati di non perdere tempo. I datori di lavoro risparmiano con questo sistema fino al 75% rispetto ai servizi di una società di selezione, calcolando per esempio un esborso di 500 dollari a colloquio per dieci colloqui di candidati il cui stipendio annuale è di 100mila dollari.Fondato da un imprenditore della Silicon Valley, stanco di infruttuose e costose ricerche, un sito che fa ricerche passive è NotchUp.Si presenta come un normale sito di social network con una particolarità: il candidato viene pagato per sostenere il colloquio!La quotazione della propria disponibilità all’incontro può essere indicativamente calcolata da un sistema interno a NotchUp, che tiene conto di diverse variabili come esperienza e settore di appartenenza.Inoltre è possibile ottenere una revenue (10%) su tutti i contatti che un utente invita a NotchUp e che portano a buon fine l’iscrizione, così da sostenere colloqui.Il target potenziale sono i “non-candidati”, ossia di profili altamente qualificati non disponibili sul mercato. Professionisti che non hanno intenzione di cambiare lavoro a meno di non essere adeguatamente incentivati.L’accesso al sito con il proprio cv non è libero: bisogna essere presentati oppure ammessi da NotchUp.L’offerta per un buon CV è libera, però NotchUp dispone di un metodo di calcolo basato sulla valutazione del titolo di studio, l’esperienza professionale, la retribuzione attuale. Il premio suggerito può variare dai 200 agli 800 dollari per coloro che accettano il colloquio, somma che verrà depositata su Paypal, comunque vada a finire il faccia a faccia. NotchUp trattiene il 20% per sè.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su