Riduzione costi telefonate grazie a nuove tariffe all'ingrosso tra un operatore e un altro?

Un accordo tra operatori telefonici potrebbe portare gli utenti a pagare meno le telefonate

La proposta di riduzione delle tariffe di terminazione dei gestori alternativi di rete fissa dell'AgCom è stata approvata dalla Commissione Europea. Le tariffe in questione sono quelle all'ingrosso che i gestori si praticano a vicenda per la connessione delle chiamate sulle rispettive reti che, quindi, influenzano i prezzi al consumo.

Tale proposta è stata comunicata dall'Agcom alla Commissione europea lo scorso febbraio. Dal 1° luglio 2010 è prevista l'entrata in vigore di una tariffa di 0,57 centesimi di euro al minuto per tutti i gestori di telefonia fissa.

Nel periodo di transizione si manterrà il grado di asimmetria attuale tra le tariffe, anche se, nella sua lettera, la Commissione chiede che vengano ridotte il più possibile perché le considera troppo alte sia in termini assoluti che relativi.

"Il principio dell'orientamento ai costi è importante per conseguire tariffe di terminazione più efficienti e, di conseguenza, una riduzione dei costi dei servizi per i consumatori di tutta l'Unione" ha dichiarato la commissaria europea per le telecomunicazioni, Viviane Reding, dopo essersi congratulata con l'Agcom per la sua azione.





Fonte: pubblicato il


Torna su