Disabili: le carrozzine da spiaggia arriva finalmente a Rimini

Buone notizie per i disabili che non vogliono perdersi una nuotata nel mare davanti alle spiagge di Rimini.

Buone notizie per i disabili che non vogliono perdersi una nuotata nel mare davanti alle spiagge di Rimini.

L'Assessorato al Turismo del Comune ha infatti acquistato due ''carrozzine da spiaggia'', dedicate proprio ai diversamente abili che desiderano fare il bagno in mare. Una scelta, quella del Comune di Rimini, nata da un appello online lanciato da un disabile che si stava preparando per una vacanza nella nota località turistica dell'Adriatico.

Con una e-mail, Mario di Firenze ha scritto: ''Frequento regolarmente le piscine, il problema che si pone al mare, per me, è quello di arrivare in acqua. A giorni partirò per la spiaggia di Rimini, la mia domanda è: come posso fare?''.

Il Comune di Rimini non ha perso tempo ed ha risposto nel migliore dei modi, cioè con l'acquisto di due particolari sedie con ruote studiate affinché il trasporto di disabili ed anziani sia agevole su tutti i tipi di fondo (sabbia, ciotoli, in acqua).

L'Assessorato al Turismo ha dunque deciso di mettere a disposizione le due ''carrozzine da spiaggia'', attivando un servizio rivolto a quanti dovessero farne richiesta (tramite e-mail all'indirizzo turismo@comune.rimini.it, via telefono al numero 0541.438212 o direttamente allo stabilimento balneare).

Dopo l'approvazione della carta dei diritti del turista da parte del consiglio comunale, l'Amministrazione fa così un ulteriore passo nella direzione dell'accoglienza attenta a soddisfare le richieste degli ospiti con particolari problemi, nell'ottica di un'assistenza amica e personalizzata in una città che vanta una lunga tradizione di ospitalità. Da domani, al suo primo giorno di vacanza, Mario e i suoi amici di Firenze troveranno sulla spiaggia del bagnino 78 ''Guido e Luca'' le due carrozzine che, anche grazie alla loro sollecitazione, l'Amministrazione ha prontamente provveduto ad acquistare.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su