Prezzi case in crescita in Italia. Già finita la crisi? Situazione non chiara

Ecco spiegata la situazione del costo degli immobili in Italia

In un articolo di un giornale di Treviso si legge che il prezzo delle case torna a crescere di un 5%.

Purtroppo non ho potuto leggere l'articolo completo, però il tema offre spunti interessanti.

Va innanzi tutto fatta una correzione all'articolo, vedendo semplicemente "l'occhiello" i dati sono riferiti al secondo semestre 2007, quindi si parla della "coda" della bolla immobiliare (o come la si vuol chiamare: il termine non è in effetti del tutto adeguato alla realtà italiana), mentre i prezzi dovrebbero, al massimo, avere eventualmente iniziato dagli ultimissimi mesi del 2007;

Un secondo aspetto interessante è che, guardando i dati nazionali, di cui avevamo parlato un po' di tempo fa, emerge la tendenza ad aumentare il prezzo "di listino", ma anche a concedere maggiori sconti rispetto a qualche tempo fa: che dimostra come da un lato ci sia l'esigenza di salvare l'idea del "mattone investimento sicuro", ma anche che i prezzi attuali vanno ridimensionati.

In ogni caso, il segnale della "ripartenza" dei prezzi (effettivi) degli immobili va monitorato con attenzione in quanto potrebbe anticipare anche una ripresa (solida) delle borse in generale: anche se forse è più significativo guardare cosa succede in USA o in Gran Bretagna, sia per il peso dei mercati che per il fatto che la speculazione immobiliare lì è stata molto maggiore che da noi.

Il motivo è legato al disaccoppiamento che normalmente si aveva tra borsa e immobili: nei periodi in cui la borsa va male, gli investitori avevano tendenza a spostare il capitale verso il mattone, spingendone verso l'alto i prezzi.

Ora, è vero che il mondo finanziario forse è cambiato, e non tutti metterebbero la mano sul fuoco sul fatto che il mattone sia un lido sicuro, ma il fatto è che non ci sono molte alternative valide.








Fonte: pubblicato il


Torna su