Cipro unificazione tra parte dei greci e quella turca con apertura strada a Ledra street

L'apertura del valico a Ledra Street ha segnato l'apertura del punto di passaggio in quella che per anni è stata considerata il simbolo della divisione tra i due popoli

Una cerimonia ufficiale, con tanto di palloncini colorati, che ha visto la partecipazione dei rappresentanti municipali delle due parti e di esponenti internazionali, ha segnato l'apertura del punto di passaggio in quella che per anni è stata considerata il simbolo della divisione tra i due popoli con il nuovo valico a Ledra Street.

Chiuso dal 1963, il valico è situato nella zona cuscinetto amministrata dall'Onu e collega il Nord e il sud della capitale. I sindaci greco-cipriota, Eleni Mavrou, e turco-cipriota, Cemal Bulutoglulari, hanno assistito insieme alla cerimonia di apertura, affiancati da rappresentanti dell'Unione europea, dell'Onu e da diplomatici.
Mavrou ha definito l'evento "una prima tappa" in vista della riunificazione di Cipro, divisa dall'occupazione nel 1974 della sua parte nord da parte dell'esercito turco. "Questa storica giornata ha fatto rinascere le speranze di nuovi progressi", ha aggiunto. "Oggi, assistiamo alla caduta di uno degli ostacoli alla riunificazione dell'isola", ha dichiarato da parte sua, Ozdil Nami, assistente del leader turco-cipriota Mehmet Ali Talat. "Ledra simbolizza mezzo secolo di divisioni", ha aggiunto.

In un'atmosfera festosa, una folla di persone attendeva dalle due parti del varco, dove sono stati stesi dei tendoni per nascondere le facciate crivellate di colpi di un quartiere in stato di abbandono da 34 anni.

"Io ho vissuto la guerra e gli scontri del 1963", ha confidato Demetris Costantinou, 73 anni. "Sono venuto per vedere esattamente l'inverso: la riunione di un popolo e di una città".
Nella parte nord della capitale, decine di persone hanno cantato e scandito slogan a favore della pace, sventolando le bandiere del partito al potere. Più di 1.300 persone avevano già varcato il valico a mezzogiorno, ovvero due ore dopo l'apertura, riportava l'emittente cipriota Antenna TV.
Elizabeth Spehar, attualmente alla guida della missione dell'Onu a Cipro, ha definito l'apertura di Ledra Street "un evento storico". "Non significa la pace. Ma dà l'idea di quello che si può fare", ha aggiunto.

Quest'evento fortemente simbolico sugella un cambiamento di clima dopo quattro anni di impasse nel processo di pace a Cipro, un'isola divisa dall'invasione turca seguita ad un colpo di Stato dei nazionalisti greco-ciprioti sostenuti da Atene. La Repubblica turca di Cipro del nord (Rtcn), autoproclamatasi nel 1983 nel nord occupato, è riconosciuta unicamente da Ankara.
Dopo anni di blocco dei colloqui, l'elezione a febbraio del comunista Demetris Christofias alla presidenza della Repubblica di Cipro, membro dell'Unione europea, ha rilanciato le speranze di una soluzione negoziata di quella che è conosciuta come la questione cipriota.


Al termine di un primo incontro il 21 marzo, Christofias e Talat avevano annunciato l'avvio a fine giugno di nuovi negoziati per la riunificazione dell'isola, impegnandosi, a riprova della loro buona volontà in tal senso, ad aprire in tempi rapidi il valico di Ledra. Promessa che oggi è stata mantenuta.

Il portavoce del governo greco-cipriota, Stephanos Stephanou, ha lanciato un appello alla Turchia a "contribuire in maniera positiva" agli sforzi di riunificazione.








Fonte: pubblicato il


Torna su