Agevolazioni e rimborsi treni e trasporti per elettori che devono tornare nelle proprie città

Per gli elettori che si sposteranno per andare a votare sono previsti degli sconti sui biglietti dei treni

Come riportato dal sito di Trenitalia per gli elettori residenti in Italia che andranno a votare ci sarà una riduzione del 60% sulle tariffe per treni Espressi e Regionali sia per la prima che per la seconda classe.

Per utilizzare i treni IC, IC Plus, ICN, ES*, ES* City, AV e T-Biz ed il servizio cuccetta o letto, è necessario corrispondere il relativo cambio servizio a prezzo intero. I biglietti hanno un periodo di utilizzazione di 20 giorni (il viaggio di andata non può essere effettuato prima del 5 aprile 2008 e quello di ritorno oltre il 24 aprile 2008.)

Per le sole amministrative è previsto un turno di ballottaggio il 27 e 28 aprile 2008. In questo caso il viaggio di andata non può essere effettuato prima del 19 aprile 2008 e quello di ritorno oltre l’8 maggio 2008 e i biglietti devono essere convalidati prima di iniziare il viaggio di andata e quello di ritorno. Dalla convalida i biglietti hanno una validità oraria in funzione della percorrenza del viaggio. All’elettore che si trovi in viaggio alla scadenza del biglietto è consentito proseguire fino alla stazione di destinazione, senza effettuare fermate intermedie.

I biglietti con assegnazione del posto (ES*, ES* city, AV, T-Biz, IC Plus, servizio VL e cuccette) sono validi, nell’ambito del periodo di utilizzazione di venti giorni, solo per il giorno ed il treno prenotati e non devono essere convalidati.

Per gli elettori residenti all’estero invece le agevolazioni previste sono le seguenti:



Agli elettori che utilizzano i treni Eurocity (EC) che collegano Germania e Italia, nel caso di acquisto del biglietto presso stazioni ed agenzie delle Ferrovie tedesche (DB) ed agli elettori che utilizzano i treni Euro Night (EN) che collegano Olanda, Germania e Italia, nel caso di acquisto del biglietto presso stazioni ed agenzie delle Ferrovie tedesche (DB), olandesi (NS), svizzere (SBB), danesi (DSB) e polacche (PKP) viene rilasciato un biglietto fino al/dal confine italiano.

Il biglietto di A/R dal confine italiano fino ad una delle stazioni servite dal treno internazionale e viceversa viene rilasciato in treno alla tariffa internazionale ridotta del 60%, senza applicazione di soprattasse.
Lo sconto per elettori del 60% non si applica alla quota relativa alle sistemazioni in VL, cuccetta e ad altri eventuali servizi presenti in treno.
Il viaggio di andata può essere effettuato al massimo un mese prima dell’apertura del seggio e quello di ritorno al massimo un mese dopo la chiusura del seggio.

Requisiti
Le riduzioni riservate agli elettori saranno concesso solo a fronte della presentazione di:








Fonte: pubblicato il


Torna su