Wimax nazionale negli Stati Uniti: una rete per Internet creata da grandi provider, media, Google

Alcune tra le più grandi aziende Usa insieme per creare una rete wireless che copra tutta l'America e faccia concorrenza agli altri grandi operatori

Il gigantesco progetto di una rete WiMax nazionale per gli Stati Uniti vede un'alleanza fra nomi importanti dell'internet e delle telecomunicazioni: figurano Comcast e Time Warner in primis, che hanno lanciato l'idea, mentre Sprint Nextel, Bright House Networks e Clearwire dovrebbero concretizzarla. Ma fra gli interessati ci sono anche Google e Intel. Un'alleanza di giganti che, assieme ai lauti fondi della Grande G, può già mettere in campo investimenti che si aggirano fra i 3 e i 4 miliardi di dollari.

Per ora si tratta di discussioni preliminari messe in giro dal Wall Street Journal, ma le intenzioni sembrano solide. Il business è a dir poco ampio: si tratta di fare concorrenza a chi fa fluire l'intrattenimento e la navigazione. Questi ultimi in particolare sempre più si aprono ai contenuti video ma vacillano bloccati dalla lentezza della navigazione. La soluzione WiMax invece promette maggiore sveltezza e quindi una svolta proprio per i nuovi sistemi ibridi di navigazione, via smarth phone, via tablet pc, via palmare e chi più ne ha più ne metta. Non solo, questa tecnologia dovrebbe sfidare anche le comuni e solide Dsl, stanziandosi nelle case. Insomma, la mossa significherebbe assicurare al mercato statunitense una linea wireless indipendente dalle più grandi compagnie telefoniche, voluta da aziende competitive e agguerrite.

Si tratta dunque di una cordata di miliardi di dollari che lascia ben intuire l'entità dell'interesse a sganciare la navigazione mobile dai grandi carrier. Anche se i tempi di realizzazione sembrano piuttosto lunghi: si parla di almeno un anno.








Fonte: pubblicato il


Torna su