Finanziamenti per imprese in Veneto per ricerca e innovazione

Nel Veneto sono in arrivo 26 milioni di euro come finanziamenti per la ricerca e l'innovazione

Creare un collegamento tra le università, le aziende ed i centri di ricerca.
E' uno dei punti strategici della prima legge quadro della regione Veneto in materia di promozione scientifica, sviluppo tecnologico e innovazione. Il provvedimento normativo, che prevede un finanziamento regionale di 26 milioni di euro, ha trovato la sua prima concreta applicazione con la stesura della bozza del Piano Triennale specifico e con l'insediamento del Comitato d'Indirizzo. L'organo sarà composto da rappresentanti delle Università venete, del CNR, delle Province, di Unioncamere, di Confindustria, delle singole organizzazioni imprenditoriali e delle professioni, dei sindacati, di Veneto Innovazione, del Distretto Veneto Nanotech, dei Parchi Tecnologici Vega di Marghera, Galileo di Padova e Star di Verona.

Obiettivo della Regione è quello di sviluppare un tessuto di collaborazioni fra i diversi soggetti coinvolti nello sviluppo economico-scientifico. Si tratta di "una sfida da vincere - ha dichiarato l'assessore alle Politiche Economiche Fabio Gava - per creare una vera rete tra tutti gli attori del sistema che sinora è mancata e che è ora simboleggiata dal Tavolo di questo Comitato attorno al quale è iniziato un nuovo modo di ragionare comune". Queste le tappe previste dall'amministrazione regionale: entro fine marzo il parere del Comitato sui contenuti del Piano Triennale, entro il 30 aprile l'approvazione in Giunta e la sua trasmissione in Consiglio regionale per l'approvazione, prevista entro il 31 luglio; entro il primo ottobre il varo del Bando per le Aziende; entro fine 2008 il primo impegno dei fondi.

"I finanziamenti - ha precisato Gava - non saranno distribuiti a pioggia, ma si concentreranno su progetti di ampio respiro, alcuni anche a regìa regionale, in grado di incidere sull'intero sistema produttivo".





Fonte: pubblicato il


Torna su