Aumento prezzi carne: Lirosi, garante prezzi, convoca le categorie del settore

Il garante dei prezzi Lirosi incita il ministero delle Politiche agricole a convocare i rappresentanti delle categorie interessate

Su segnalazione del Garante, Antonio Lirosi, il ministero delle Politiche agricole convocherà le categorie produttive del settore delle carni per analizzare le cause dei rincari, in particolare quelli del pollame. La tabella di marcia del Garante per la sorveglianza prevede anche altri appuntamenti più ravvicinati. Nel pomeriggio del 30 gennaio illustrerà le proprie linee d’azione nel corso del Comitato antispeculazione: task force nata a fine settembre presso il ministero delle Politiche agricole che presenterà i risultati del primo periodo di controlli nei settori cerealicolo e lattiero-caseario e darà conto delle attività dei prossimi mesi. Da venerdì, Lirosi inizierà quindi a girare l’Italia per avviare il dialogo tra categorie produttive e associazioni dei consumatori e per accompagnare l’apertura al pubblico degli uffici prezzi delle Camere di commercio locali che dovranno ricevere le segnalazioni dei cittadini. Prima tappa il 7 febbraio: Venezia e Prato.

“Nell’ultimo anno abbiamo registrato un incremento medio dei prezzi soprattutto di pollame (+13 per cento) e suino (+11 per cento), con conseguente vistoso calo dei consumi - ha commentato Carlo Pileri, presidente dell’Adoc. Ci auguriamo sia il primo passo per verificare con certezza l’esistenza di speculazioni lungo la filiera agroalimentare e per, eventualmente, punirle”.
Vivo apprezzamento da parte di Adusbef e Federconsumatori per l’intervento del Garante dei prezzi: “Dai monitoraggi dei nostri osservatori, risulta che dal novembre 2007, in media nazionale, vi sia stato un incremento di oltre il 10 per cento del prezzo di vari tipi di carne”. Tali aumenti, secondo le due associazioni, comporteranno un esborso per le famiglie italiane di 14 euro in più al mese, per un totale di 168 euro in più all’anno.





Fonte: pubblicato il


Torna su