Pagare le tasse a rate: con la Finanziara 2008 è possibile anticipare il pagamento rateale delle irr

Una novità apportata dalla Finanziaria permette di pagare ratealmente le tasse

La novità, di notevole portata, è stata introdotta dalla Finanziaria 2008 (articolo 1, commi da 144 e 147). Prima della modifica normativa in questione, chi voleva usufruire del frazionamento doveva non versare gli importi comunicati, aspettare la notifica della cartella di pagamento e a quel punto chiedere la rateizzazione degli stessi, con l'aggravio di dovere rinunciare alla possibilità di fruire della riduzione della sanzione, pur in assenza di contestazioni sul dovuto. Ovviamente, se l'interessato riscontrasse un errore nella comunicazione, deve recarsi in ufficio, farlo correggere e rateizzare il nuovo importo.

La "nuova" possibilità si applica ai seguenti casi:


Le modalità per usufruire della dilazione variano a seconda degli importi da rateizzare:


Disposizioni comuni
La prima rata deve essere versata entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione. Le rate successive scadono l'ultimo giorno di ciascun trimestre, e su di esse sono dovuti gli interessi del 3,5% annuo, calcolati dal primo giorno del secondo mese successivo a quello di elaborazione della comunicazione. Il mancato pagamento anche di una sola rata comporta la decadenza dalla dilazione e l'iscrizione a ruolo della somma residua, compresi gli interessi e le sanzioni in misura piena. In tal caso, il contribuente non potrà più avvalersi della possibilità di rateizzare la cartella di pagamento conseguente all'iscrizione a ruolo.

Nel caso in cui sia stata prestata garanzia, l'ufficio procede alle iscrizioni a carico del contribuente (ed eventualmente del suo garante o del terzo datore di ipoteca) se il pagamento non avviene entro trenta giorni dalla notifica di un apposito invito. Le cartelle conseguenti ai mancati pagamenti devono essere notificati entro il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di scadenza della rata non pagata.


Le disposizioni sopra enunciate si applicano anche alle comunicazioni relative ai redditi soggetti a tassazione separata indicate al punto 3 secondo le seguenti modalità:


Decorrenza
Il comma 147 dell'articolo 1 della Finanziaria 2008 dispone l'applicazione delle rateazioni a decorrere dalle dichiarazioni relative ai seguenti periodi d'imposta in corso:








Fonte: pubblicato il


Torna su