Tassa unica per persone fisiche e piccole-medie imprese tra il 15% e il 25% proposta dall'Eurispes

L'Eurispes cerca un modo per ridurre le imposte sui redditi

Dopo aver analizzato il sistema tributario attualmente in vigore, l'Eurispes traccia le linee guida per il futuro. "L'emersione del sommerso è una condizione indispensabile per poter varare una riforma tributaria incisiva", si legge nel Rapporto. "La flat tax, espressione inglese che si può tradurre letteralmente come 'imposta fissa', è un'imposta proporzionale sul reddito che utilizza un'aliquota (...) unica per tutti gli scaglioni di reddito", i cui pregi si possono sintetizzare in: "efficienza del sistema di tassazione assicurato da una tassa non connotata da eccessive esenzioni, deduzioni e crediti d'imposta e facile da gestire; equità e semplicità connaturate a un'imposta ad aliquota unica, maggiormente comprensibile da parte dei contribuenti".

Secondo l'Istituto, il modello che si potrebbe introdurre è estremamente semplice e si basa sull'applicazione di una singola aliquota "che in genere si attesta entro un range che varia dal 15 al 25% del reddito imponibile", che va a incidere sia sui salari individuali che sui redditi da attività di impresa. "Per quanto concerne i redditi individuali - si legge nel Rapporto - l'imposta viene applicata soltanto a quelli superiori a una determinata soglia". L'introduzione di un sistema tributario connotato da poche imposte chiare realizzerebbe "maggior semplicità nell'adempimento delle obbligazioni tributarie, minori costi di compliance, maggiore fiducia nell'Amministrazione finanzia e nelle istituzioni in generale, riduzione del contenzioso tributario, maggior efficienza nelle operazioni di accertamento tributarie e miglior precisione nelle stime di gettito".








Fonte: pubblicato il


Torna su