Musulmani in Europa: firmata "Carta dei musulmani d'Europa" dopo 8 anni di lavori. Obiettivi .

E’ stata firmata la Carta dei musulmani d'Europa su richiesta della Foie

A sottoscriverla, dopo otto anni di lavoro e consultazioni, sono state oltre quattrocento organizzazioni musulmane in Europa, in rappresentanza di oltre venti paesi europei, inclusa la Turchia.  

Secondo i promotoridell'iniziativa si tratta di un primo passo, che va misurato nellaconvivenza quotidiana, ma anche nella sua capacita' di coinvolgeremaggiormente la componente sciita e di aprire il dialogo con le vocipiu' estremiste.

Per l'Italia lacarta e' stata sottoscritta dall'Alleanza islamica italiana, cheraccoglie settanta fra organizzazioni islamiche e moschee, oltreall'Ucoii, rappresentata a Bruxelles dal presidente, l'imam di Trento Aboulkheir Breigheche.

Per Mario Mauro,vicepresidente del Parlamento europeo che ha partecipato allacerimonia, la Carta rappresenta ''un gesto di buona volonta'''. ''Sitratta ora di vedere concretamente come si costruira' in termini diprogetti e di interventi quotidiani''.

La carta siconcentra, in particolare, sul ruolo dei musulmani nella societa',puntando sul concetto di cittadinanza. ''I musulmani d'Europarispettano le leggi del paese e le sue autorita''', vi si legge.''Questo non deve impedire loro di difendere i propri diritti edesprimere le proprie opinioni sulle questioni specifiche che liriguardino come comunita' o in generale come cittadini'', afferma laCarta, che sollecita i musulmani ad integrarsi positivamente nellesocieta' europee ''sulla base di un equilibrio armonioso fra ilmantenimento dell'identita' islamica e i doveri di cittadinanza''.

''E' venuto ilmomento per i musulmani d'Europa di dire chi sono e che cosavogliono'', ha spiegato Breigheche, secondo il quale la carta,rappresenta ''un punto di partenza''. A proposito degli imam piu'estremisti, il presidente dell'Alleanza islamica italiana hasottolineato che ''la diversita' e' naturale''. ''Quello che e'inaccettabile e' importare idee di estremismo, di intolleranza di chinon si vuole integrare'', ha spiegato.

La prima parte del documento e' intitolata: 'Capire l'Islam'.Tra gli articoli principali: 1)L'Islam e' fondato su principi basilarie immutabili che derivano dal Corano e dalla tradizione Profetica. 2)E'una religione moderata. 4)Rispetta le diversita' e le differenzeesistenti tra gli esseri umani. 6)L'Islam sottolinea la dimensionesociale e invoca compassione, cooperazione e fratellanza. 7)Uguaglianzatra uomini e donne. 8)Per l'Islam la famiglia e' fondata sull'unionetra uomo e donna.

La seconda parte della Carta sottolinea la presenza musulmana nella societa'e tra gli articoli piu' importanti il 14) Nonostante la loro diversita'etnica e culturale e la loro affiliazione alle varie scuole di pensierodell'Islam, i musulmani d'Europa costituiscono una sola entita'religiosa. 17)I musulmani d'Europa rispettano le leggi dei vari paesi ele rispettive autorita'. 18)I musulmani d'Europa aderiscono alprincipio di neutralita' dello stato per quanto riguarda le questionireligiose. 21)I musulmani d'Europa sono incoraggiati a partecipareattivamente alla vita politica del paese in cui risiedono.

Infine, la terza parte pone l'accento sul contributo dell'Islam all'Europa.Tra gli articoli principali il 23)Per i musulmani d'Europa e' un dovererafforzare la collaborazione tra l'Europa e il mondo Islamico. 25)








Fonte: pubblicato il


Torna su