Feltrinelli-Messaggerie sfida Amazon con e-commerce musica, libri e ulteriori prodotti. I vantaggi

Ancora un accordo per cercare di rompere il quasi monopolio che sta creando almeno online Amazon. E i vantaggi non possono che essere per i consumatori

Amazon continua a crescere inesorabile anche se non mancano le iniziative di alcuni protagonisti italiani per cercare di diminuire questo strapotere facedno leva su alcuni potenziali vantaggi per i clienti

Il gigante dell'ecommerce è chiaramente Amazon, e al momento tutti i player italiani da quelli tradizionali che solo online stanno cercando il modo di contrastarlo. Ed è il caso questa volta di Feltrinelli e Messaggerie italiane e la decisione di creare una alleanze per i prodotti editoriali italiani. Tutto, almeno in teoria a vantaggio della concorrenza.

Accordo Messaggerie italiane e Feltrinelli

E' stato da poco annunciato l'accordo tra questi due gruppi per una joint venture che porterà alla sempre più stretta integrazione dei siti web online delle due differenti realtà tra cui in particolare IBS.it, lafeltrinelli.it e il libraccio.it. La nuova realtà, sarà composta al 46,9 da Emmelibri che controlla Feltrinelli, dalla Feltrinelli stessa al 50,1% e al 3% da ARgo che controlla il Libraccio.

L'idea alla base è quella di rendere comunicanti i tre siti web e di offrire una offerta sempre più ampia creando il primo polo ecommerce di prodotti editoriali italiano. Sicuramente vi sarà una forte convergenza sui libri e relativi formati digitali e ebooks visto il vasto catalogo che dispongono le due realtà, importante anche per l'editoria scolastica oltre che l'usato con la presenza del libraccio che si occupa proprio della vendita di libri usati scolastici e non.
Ma non ci sono solo libri, c'è la musica con un grande catalogo cd che potrebbe diventare musica in streaming e una serie di gadte e prodotti elettronici e giochi di vario tipo di cui queste realtà hanno anche spesso l'esclusiva. E nel futuro catalogo ci potrebbero essere anche ticket per vedere manifestazioni, eventi e concerti che già sono venduti nei negozi di queste realtà.

Ulteriori obiettivo sarà quello di migliorare la logistica e il trasporto, oltre ampliare l'offerta, e permettere la consegna anche presso i negozi sparsi in tutta Italia dopo aver comprato online. Il tutto per rendere gli acquisti più semplici e convenienti, sotto un punto di vista di consegne, ma anche di prezzi. E i prezzi potrebbero far concorrenza ad Amazon che dovrà rispondere sicuramente e il tutto andrà a vantaggio dei consumatori che potranno comprare a prezzi potenzialmente più bassi

Amazon continua la sua espansione


Certo che il colosso dell'e-commerce non sta fermo e anzi,k finora, è sempre un passo avanti alla concorrenza italiana e spesso, molto spesso, anche all'estero. Per quanto rigurda l'Italia ha siglato una serie di accordi con Poste e altri vettori per riuscire a portare le consegne da due.tre giorni ad un giorno sempre e dove è già un giorno a qualche ora con il servizio Prime, che ora, anche per la spesa a casa di prodotti alimentari (ma non solo) è da poco arrivato, ad esempio a Bologna, ma le città sono sempre più numerose.

E poi la stessa Amazon sta pensando di diventare corriere, in un progetto, però di più ampio respiro e a lungo termine, a livello mondiale. Per quanto riguarda i prodotti, il prossimo passaggio dovrebbe essere la vendita di medicinali, ma sta investendo e non poco anche sulla moda, sulla sua linea, che finora non ha mai rscontrato il successo previsto e che ora, invece, vuole rilanciare.





di Luigi Mannini pubblicato il


Torna su