Rc auto, scoperti siti nuovi falsi. E su rc auto temporanee truffe dilagano. Gravissimi rischi a cascarci

Continuano ad aumentare e non fermarsi le false rc auto in modo particolare le assicurazioni rc auto temporanee. Come si può evitare

L'italiano medio ne è pienamente consapevole. La truffa, nel Belpaese, è sempre dietro l'angolo. Nonostante questo sono stati scoperti alcuni siti falsi che provavano a rubare denaro con la scusa di proporre tariffe dell'Rc auto super convenienti. Niente di nuovo, dunque, se non fosse altro per il dilagare di questi imbrogli ai danni dei cittadini, spesso quelli già vessati.

Rappresentano una tendenza che sta avendo una crescita assolutamente importante anche perchè sono certamente dei prodotti interessanti per tanti italiani. Stiamo parlando delle Rc auto temporanee che, purtroppo, però, per le loro stesse caratteristiche sono oggetto di tantissime truffe come ormai ogni mese l'Ivass denuncia scoprendo numeri casi di illeciti

Rc Auto temporanee come funzionano

Le rc auto auto temporanee sono assicurazioni per le auto solitamente vendute online, ma non solo, che permettono di assicurare il veicoli da pochi giorni (minimo tre giorni) e tre-quattro mesi e sono adatte soprattutto alle persone che usano poco l'auto o che sanno di adoperararle in determinati periodi. E il risparmio è notevole soprattutto nelle zone italiane dove il costo dell'assicurazione auto è molto alto.
Occorre, però, stare attenti molto bene a leggere i contratti in quanto in caso di incidenti o di furti, le condizioni non sempre sono così chiare e spesso gli oneri sono molto più alti rispetto alle rc auto tradizionali

Le truffe sulle Rc Auto Temporenee

Come scrivevamo, le assicurazioni online temporanee sono soggette davvero a tente truffe e sia in Agosto che a Settembre sono state trovati numerosi casi di venditori fasulli che tramite Internet le vendevano. L'ivass le ha scoperte e segnalate nel suo solito bollettino e si tratta di siamosicuri.org e siamosicuri.com, mentre prima era stata la volta di reassicurazioni e polizza4mesi

Evitare queste truffe, comunque, non è difficile, ci vuole solo attenzione. Prima di tutit sul sito ci devono essere tutti i dati della società che li vende e la registrazione concessa agli intermediari assicurativi e riassicurativi. Ma ancora più semplice è andare sul sito dell'Ivass dove è presente l'elenco delle uniche società assicurative che sono legittime a vendere assicurazioni. E se non sono presenti qui, si tratta di una truffa ed è megliod a subito avvisare l'Ivass stessa.

Gravi problemi per chi casca nella truffa


Non c'è solo il problema della perdita del denaro speso, che di solito è anche abbastanza contenuto, ma il vero fatto grave è che si viaggia in auto come se non si avesse una assicurazione. E questo può portare a gravissimi problemi in casi di incidenti sia colpendo cose o persone cond anni da pagare di milioni di euro. E anche una semplice lesione si rischia di pagarla di tasca propria migliaia se non decine di migliaia di euro. E nulla si può fare. Anche se si è stati truffatti e lo si può dimostrare, si deve pagare di tasca propria.





di Luigi Mannini pubblicato il


Torna su