Manicure, si infettano tutte le dita e le rovina la vita. Una storia assurda

Manicure fatale: il centro estetico sbaglia e la donna perde l’uso della mano. In attesa di risarcimento ancora dopo un anno

Questa storia ha dell'incredibile. Un semplice manicure è costato caro alla povera vittima di un incidente legato a questa operazione che ha provocato l'infezione di tutte le dita della mano. Quando ci si affida a professionisti non proprio preparati...

Donne, e anche uomini, sempre più appassionate di manicure: una mano curata e perfettamente in ordine è diventato ormai il biglietto da visite di tutte. Del resto, una mano curata è sempre un belvedere rispetto a mani poco curate e rovinate addirittura. E sono tantissime ormai le nuove tecniche che si usao per mani perfette, dagli smalti semiparmanenti, alla tecnica del gel, a quella della ricostruzione per 'sistemare' unghie da 'rifare' del tutto. Ma è consigliabile fare sempre attenzione a chi si rivolge per fare la manicure: meglio scegliere centi di bellezza o specificatamente dedicati alle manicure che siano puliti, usino attrezzi sterili, e monouso. E chi non lo fa, magari per risparmiare, potrebbe rischiare di incorrere nella drammatica vicenda come quella accaduta ad una signora in provincia di Padova.

La vicenda della donna cui una manicure ha rovinato la vita

La signora della provincia di Padova aveva deciso di sottoporsi ad una semplicissima seduta di ricostruzione unghie dopo la rimozione del gel in un centro estetico di Selvazzano, nella bassa padovana, ma questa seduta estetica le ha letteralmente cambiato la vita. Qualcosa è andato storto e la donna ha raccontato di aver provato un dolore all'unghia dell'anulare sinistro causato da un'infezione a cui il titolare del Centro non ha dato peso ma che ha poi costretto la donna ad andare in ospedale per un inaspettato peggioramento. E solo una volta in ospedale ha avuto la drammatica diagnosi: una forma di perionissi cronica, infezione molto grave, al quarto dito della mano sinistra che per la donna è stata fatale.

Manicure fatale: resta senza lavoro e cita per danni il centro estetico

Barista e assistente in piscina, infatti, ha dovuto smettere di lavorare perché il problema alla mano sarebbe diventato ancor più grave se a contatto con l'acqua, con il rischio di rendere l’infezione sempre più profonda. Non potendo più lavorare, la donna ha deciso di citare e chiedere i danni al centro estetico che per una 'semplice' manicure, effettuata in maniera del tutto errata, le ha rovinato la vita impedendole di condurne una normale come aveva sempre fatto fino a quel momento.

Si è quindi rivolta ad un legale per far valere i suoi diritti dopo che l’assicurazione aveva comunicato che non avrebbe erogato alcun risarcimento ritenendo che la donna avrebbe chiesto i danni troppo tempo dopo l’infortunio. Tuttavia, ad un anno da quella fatale seduta di manicure, ad oggi la donna non ha ancora ricevuto alcun risarcimento e si ritrova impossibilitata a lavorare e condurre una vita come quella che conduceva prima di quel fatidico giorno.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su