Pensioni novità tutte rinviate per Ape Social, Donna, Quota 41, Aspettative di Vita non un buon segno

Rimandate le novità per le pensioni di ape volontaria e social, nulla sulle aspettative di vita: prossimi appuntamenti e cosa aspettarsi

Rimandate anche per quest’anno le novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti senza penalità, ancora considerate troppo costo se e per cui non sembra essere ancora forte la volontà politica di attuazione, nonostante annunci e dichiarazioni fatte nel corso dell’anno che avevano fatto pensare che quest’anno finalmente potesse chiudersi con importanti novità per le pensioni di revisione dell’attuale sistema. C’è, infatti, da sapere che nonostante rimandate la novità per le pensioni di quota 100 è considerata la migliore soluzione pensionistica per tutti e in grado di lasciare al lavoratore la reale decisione di quando andare in pensione, e la novità per le pensioni di quota 41 per tutti e senza penalità permetterebbe, invece, di risolvere i grossi problemi causati dall’entrata in vigore delle attuali norme pensionistiche.

L’attuale riforma delle pensioni ha, infatti, allungato l’età pensionabile per tutti non considerando alcune specificità lavorative e penalizzando fortemente soprattutto alcune categorie di persone come usuranti e precoci. Ma insieme alle profonde novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti le ultime notizie non sembrano prospettare nulla di buono nemmeno per quanto riguarda:

  1. le novità per le pensioni di ape volontaria;
  2. le novità per le pensioni di ape social e quota 41;
  3. novità per le pensioi per la revisione delle aspettative di vita.

Nulla di fatto per Ape Social, Donna, Quota 41, Aspettative di Vita non un buon segno

Non è, infatti, per nulla un buon segno il fatto che finora, nonostante riunioni, incontri e discussioni, le ultime notizie confermino un nulla di fatto per le novità per le pensioni di ape volontaria e ape social e quota 41, in riferimento ai miglioramenti chiesti, e per la novità per le pensioni di revisione del meccanismo delle aspettative di vita. Tra una decina di giorni è, infatti, in programma la presentazione del nuovo Def, documento di economia e finanza che pone le basi per la definizione delle misure ufficiali che saranno inserite nella prossima manovra finanziaria, e al momento non si fa riferimento a nessuna delle citate novità per le pensioni attese. Nulla per le aspettative di vita il cui dibattito, tra l’altro, è ancora apertissimo.

Considerando, dunque, il poco tempo a disposizione e il nulla fatto finora, ci si chiede se davvero qualche novità per le pensioni anche minima arriverà con la prossima manovra? E quali potrebbero essere? Secondo le ultime notizie, si potrebbe inserire la voce generale di interventi sulle pensioni nel budget disponibile per il nuovo Def ma, come ben sappiamo, ci sono provvedimenti cui sarà data la priorità. E non una novità, considerando che lo stesso ministro dell’Economia Padoan da sempre ribadisce come le novità per le pensioni non siano una priorità di attuazione per il rilancio economico del nostro Paese, preferendo la misura di nuovo taglio del cuneo fiscale per le assunzioni dei giovani che, tra l’altro, come confermano le ultime notizie, costerebbe anche più di quanto richiesto da novità per le pensioni di quota 100 e di quota 41 per tutti (rimandate però perché costose) e non assicurerebbe gli stessi vantaggi delle stesse novità per le pensioni, sia in termini di rilancio occupazionale, sia in termini di risparmi (nel lungo periodo).

Rischi rinvii per ulteriori novità per le pensioni

Il rischio, dunque, è che ancora una volta le novità per le pensioni, anche minime, restino fuori dalla manovra finanziaria, venendo di nuovo rimandate, e si tratta di una ipotesi del tutto plausibile considerando che ogni richiesta finora avanzata è sempre stata rimandata, pur essendo minima, il che non è per nulla un buon segno. E non stiamo parlando solo di richieste di revisione delle aspettative di vita che si porrebbe già come un importante cambiamento dell’attuale sistema, rappresentandone il principio portante.


Ma parliamo di richieste di piccoli miglioramenti a novità per le pensioni, come ape volontaria e ape social già approvate dal precedente esecutivo e ancora in attesa di entrare in vigore. Quali ulteriori novità per le pensioni aspettarsi, dunque? Riusciranno ad essere approvati nei prossimi giorni, o fino alla metà di ottobre quando sarà presentata la nuova manovra finanziaria, almeno i miglioramenti richiesti per ape volontaria e ape social in modo da ampliare la platea di coloro che potranno accedervi?





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su