Infostrada brand cancellato, arriva Wind Home da Tre-Wind. Strategia futura e cosa cambia

Wind-Tre Italia continua a fare dei cambiamenti dopo la fusione e questo è sicuramente uno dei più importanti. E si tende a chiarire la strategia per il futuro

Wind-Tre dopo la fusione non hanno fatto grandi modifiche, ma una serie di cambiamenti stanno per arrivare più corposi dei precedenti almeno secondo le ultime indiscrezioni che paiono pare praticamente confermate.

Incominciano o continuano in modo un pò più forte i cambiamenti di Tre e Wind dopo la fusione e probabilmente non saranno gli unici.

Finora i cambiamenti erano stati solo di rete, con Wind e Tre Italia che da settembre hanno iniziato ad operare su una unica rete, senza più il roaming di Tim.

Sparisce Infostrada, il marchio diventa Wind Home

Ma fino ad ora, la fusione, a parte questa decisione tecnica, comunque molto importante, non aveva provocato nessun altro cambiamento vistoso, almeno per i clienti.

Ora, invece, si è deciso e si è avuta la conferma proprio in questo ore che il brand Infostrada, storico marchio per la telefonia fissa e i collegamenti Adsl Internet non ci sarà più e al suo posto ci sarà Wind Home che era apparso in homepage di Wind e e Italia, per poi sparire dopo poche ore, probabilmente in attesa del lancio in pompa magna ufficiale


Wind Home sarà il servizio sicuramente per il telefono fisso e l'Adsl o la fibra ottica nelle parti dove arriva in Italia per i clienti privati, mentre per i professionisti, dovrebbe essere lanciato o riconfermato Wind Business.

Per i servizi di telefonia mobile, i cellulari al momento Tre Italia e Wind rimaranno separati con offerte distinte e management differenti con a capo, comunque, di entrambi il nuovo amministratore delegato Hedbderg.

Sparisce così un marchio storico Infostrada che dal 1996 era conosciuto in Italia ed era arrivato in Wind, direttamente da Omnitel. Omnitel era stata acquista da Vodafone che in quel momento non operava nel settore della telefonia fissa.

Wind e Tre in futuro divisi con obiettivi differenti

Il futuro, comunque, per Wind e Tre potrebbe, anzi dovrebbe avere ancora dei cambiamenti nella strategia post fusione. I due brand rimaranno sempre differenti, potrebbero esserci delle convergenze, ma sostanzialmente uno potrebbe diventare l'operatore più economico e conveniente, probabilmente Tre Italia, mentre Wind quello un pò più alto, come qualità dei servizi offerti.

La stessa cosa che ha fatto Tim, con Tim stessa E keane Mobile e che sta per fare Vodafone, con la creazione di Vodafone Rei, compagnia low cost. Tutto questo per affrontare specialmente, Free di Iliad, che in Italia si chiamerà coem si è saputo settimana scorsa HO. E così in questa direzione strategico Wind e Tre Italia rimaranno divisi per approcciare due mercati al momento ancora differenti.





di Luigi Mannini pubblicato il


Torna su