Bitcoin: previsioni con Etheureum e Bitcoin Cash se conviene comprare, quando, vantaggi e rischi dagli esperti

Le analisi se conviene o meno comprare Bitcoin e cripovalute, cosa sono e cosa potrebbero servire e le previsioni degli esperti sui potenziali guadagni e perdite

Possono essere un buon investimento i Bitcoin? Conviene comprare questa valuta, moneta virtuale a chi, con quali vantaggi e rischi dopo Etheurem e Bitcoin Cash ? I consigli degli esperti anche nel lungo periodo abbiamo cercato di sintetizzare in questo articolo con le motivazioni aggiornate degli esperti.

Continua a crescere il valore del Bitcoin, grazie al suo cugino Bitcoin Cash. Cosa è successo? Il 1° Agosto una costola dei possessori Bitcoin è passata al Bitcoin Cash, di fatto una nuova criptomoneta che è balzata subito al 3° posto tra quelle più usate con una capitalizzazione di 12 miliardi. Ad un primo rilazio, dal 1° Agosto BitCoin Cash ha perso un terzo del suo valore, mentre chi è rimasto al classico Bitcoin ha visto salire il suo valore ben oltre i 3.000 dollari. (aggiornamento 7:50)

Il Bitcoin sembra crescere costantemente nel tempo, nonostante qualche intoppo, ha raggiunto valore inimmaginabili ed un'ultima impennata l'ha avuto dal 1° Agosto con BitCoin Cash. Ha un valore di circa 3.500 dollari in questo momento ma si strima un valore triplicato tra circa 3 anni. (aggiornamento 9:36)

Potrebbe essere l'anno delle criptovalute, delle valute elettroniche con l'ascesa del Bitcoin, la nascita del BitCoin Cash e lo sviluppo dell'Ethereum.

Ma in realtà, secondo le previsioni degli esperti e le analisi dei numeri oggettivi, per esempio, chi le utilizza al momento, siamo solo agli inizi, anche se è subito da sottolineare che la prudenza deve essere massima.


Al momento il Bitcoin sta trovando una nuova primavera dopo la nascita il 1° Agosto del Bitcoin Cash, che non ha creato i problemi che si temevano sul mercato.

E così è arrivato al record sia di capitalizzazione che di valore, rispettivamente 3500 dollari e 54 miliardi di dollari.

Ma secondo, alcuni analisti, siamo, come detto, solo agli inizi, come spiega Kumar Gaurav che ha spiegato come le persone siano poche che lo usano e che le ragioni della sua creazioni esistono tuttora, ovvero come bene riserva in caso di fallimento di una valuta e di default di una nazione. E la sua previsione è che la quotazione possa arrivare a 10mila dollari tra tre anni.

Non fa previsioni di quotazione, Garrick Hileman, esperto di criptovalute di Centre for Alternative Finance dell'Università di Cambridge, ma supporta anch'egli la tesi che poche persone lo usano al momento e le potenzialità sono davvero forti, anche se probabilmente lo sviluppo sarà per lungo tempo solo come valuta utilizzabile su Internet e il Bitcoin o l'Ethereum non possono essere paragonati per nulla a dollaro o euro. Il Bitcoin viene da lui considerato come un investimento, che presto si potrebbe attivare anche con fondi d'investimento come ha analizzato anche Goldman Sachs e altre grandi banche d'investimento.

E Garrick Hileman per spiegare il potenziale sviluppo spiega anche i numeri del scarso utilizzo attuale, ma dello sviluppo potenziale, ovvero 5-10 milioni di utenti che se ne interessano in tutto il mondo e fanno scambi, anche sporadici, mentre solo 2000 persone ci lavorano costantemente.

Nel frattempo è arrivata anche Bankitalia con un documento ufficiale che spiega perché non convenga al momento comprare Bitcoin, sottolineando che vi sono poche informazioni, manca qualsiasi forma di legge, nessuna autorità vigilante, garanzie nulle, possibili di attacchi hacker, poche transazioni, tasse incerte, rischi di riciclaggio di denaro sporco elevati e non esiste nessuna certezza sul prelievo in valuta corrente.





di Gianluca Fiore pubblicato il


Torna su