Pensioni ultime notizie quota 41, quota 100, mini pensioni Boeri, Sacconi, Damiano

Importanti novità per le pensioni ancora messe da parte nonostante rilanci continui e ultime posizioni di Damiano, Boeri, Sacconi

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:01):Nonostante le proposte dei tecnici su quota 100 e quota 41 siano interessanti e da molti apprezzate, non c'è ancora a quanto pare la volonta per andare fino a fondo, nonostante analisi che indicherebbero in queste soluzioni come possibile volano per la ripresa dell'occupazione, grazie al ricambio generazionale.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 3:30): E' una sorta di paradosso che chi ha il ruolo di pensare e di dare consigli e alvolta decisioni per le novità per le pensioni viene sistematicamente non ascoltato nelle ultime notizie e ultimissime nè se tecnico nè se è esponente istituzionale di qualunque colore sia.

Mentre la mancanza di opportunità di impiego per i ragazzi continua ad essere un grande problema del nostro Paese e si continuano a chiedere profonde novità per le pensioni che, come abbiamo spesso spiegato, grazie ai molteplici vantaggi che implicherebbero tra rilancio di opportunità di impiego per i ragazzi e vantaggi in termini economici grazie ai risparmi che deriverebbero dagli oneri, minimi, imposti dalle stesse novità per le pensioni a carico degli impiegati che decidessero di lasciare anzitempo la propria occupazione, le ultime notizie confermano che è davvero paradossale che per le importanti novità per le pensioni come quota 100 o di ampliamento ed estensione delle novità per le pensioni di mini pensione, o ancora di revisione del sistema delle attese vita non si riesca a trovare un accordo bipartisan.

Ma non solo, difficile sembrerebbe, secondo le ultime notizie, trovare anche un accordo su quanto proposto dal responsabile delle Attività di Montecitorio, Cesare Damiano, e dal responsabile delle Attività di Palazzo Madama, Maurizio Sacconi. Anzi, secondo le ultime notizie sembrerebbe che si faccia totalmente il contrario di quanto da loro proposto e studiato con le loro Commissioni. I riferimenti principali sono alla novità per le pensioni di quota 100, di cui Damiano si è fatto primo promotore, e alle forti critiche, da parte di Sacconi, nei confronti delle ultime novità per le pensioni approvate di mini pensioni e quota 41.

Le recenti affermazioni di Damiano e attese per novità per le pensioni

Cesare Damiano, come ormai ben sappiamo, insieme al sottosegretario Baretta, è stato il fautore della prima proposta di pensione con novità per le pensioni di quota 100, sistema che permetterebbe di lasciare anzitempo la propria attività lasciando all’impiegato il tempo di decidere davvero quanto smettere, purchè la somma di età anagrafica ed età contributiva dia come risultato 100 e a fronte di oneri minimi, compresi tra i 4% e il 12%, in base all’anno di anticipo in cui si decide di andare in pensione rispetto all’attuale soglia fissata. Questo modello di novità per le pensioni ha come base l’uscita a 60 anni di età e 40 anni di contributi che però potrebbero diventare anche 61 anni di età e 39 anni di contributi, 62 anni di età e 38 anni di contributi, e così via.

Le ultime posizioni di Boeri e impatto su novità per le pensioni


A far compagnia nella schiera degli inascoltati per il rilancio di novità per le pensioni a Cesare Damiano e Maurizio Sacconi anche il responsabile del’organismo per le pensioni, Tito Boeri. Lontano dalle posizioni di coloro che spingono per la revisione del sistema delle attese vita, spesso criticato per quanto da lui portato avanti, Boeri, come confermano le ultime notizie, sarebbe d’accordo con Cesare Damiano sulla necessità di introduzione della novità per le pensioni di quota 100. Anzi, per favorirne l’attuazione, considerando i costi che potrebbe implicare secondo le stime, circa 7-10 miliardi di euro, lo stesso Boeri aveva proposto di partire da piani di revisioni negative di alcune stesse tipologie di pensioni, come baby pensioni, pensioni di invalidità e di guerra, tra le altre, sia per ristabilire equità sociale, sia per recuperare quel budget necessario proprio per andare avanti con ulteriori novità per le pensioni positive per tutti.

Le recenti posizioni di Sacconi e novità per le pensioni rilanciate

Da sempre fortemente critico e contrario nei confronti delle ultime novità per le pensioni approvate di mini pensione con e senza oneri e di quota 41 che, secondo lui potrebbero rivelarsi misure assolutamente inefficaci e un ulteriore inutile spreco di denaro, esattamente come già accaduto con il part time, Maurizio Sacconi invita da tempo a modifiche dell’attuale sistema che si muovano, però, in altre direzioni. Sacconi, come ribadito dalle ultime notizie, sarebbe tra coloro particolarmente favorevoli alla revisione del meccanismo del sistema delle attese vita, tra coloro che già tempo fa aveva parlato dell'importanza di revisione di calcolo dei contributi ai fini del raggiungimento della pensione finale.








di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su