Pensioni novità: quota 100, quota 41. Opinioni di Gentiloni, Tomaselli, Gentile

Verso la chiusura definitiva del Ddl Concorrenza, prima concreta novità per le pensioni e ultime posizioni di Tomaselli, Gentile, Gentiloni

Pensioni novità (aggiornamento 8:30)

Se dal punto di vista di quota 100 e quota 41 non si intravedono grandi novità, è stata confermata la partenza dell'Ape volontaria in autunno. Non riguarda purtroppo le pensioni lorde più basse di 800 euro e ricordiamo che per accedervi sarà necessario aver 20 anni di contributi versati.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01):L'ultima novità per le pensioni è contenuta nel Ddl Concorrenza che finalmente è stato approvato anche dal Senato e che sancisce la possiblità, per chi ha un fondo pensione, di poter richiedere anticipatamente fino a 5 anni qualora si trova da più di 2 anni in stato di disoccupazione. Il tutto tassato come il TFR. Una buona notizia per tutti coloro che in parte potrà essere utile a qualcuno appartenente a quota 41 e quota 100.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01):Bisogna dare merito a questo esecutivo che finalmente una reale novità per le pensioni è riuscita a portarla a termine insieme ad un procedimento che ci ha impiegato parecchio tempo per passare e che non sembrava neppure ora nelle ultime notizie e ultimissime possibile da concludere.

Si va verso la fiducia a Palazzo Madama sul Ddl Concorrenza: oltre alle cinque modifiche apportate al testo in riferimento alle questioni di telemarketing, tacito rinnovo assicurazioni, mercato dell’energia, società di odontoiatri e bonifiche dei distributori carburanti, non sono stati previsti ulteriori cambiamenti. Le ultime notizie confermano come l’approvazione del Ddl Concorrenza rappresenterà il primo atto reale di attuazione di concrete novità per le pensioni portate avanti dall’attuale esecutivo.


Tutte le altre novità per le pensioni finora approvate, come novità per le pensioni di mini pensione con e senza oneri e quota 41, infatti, più che essere considerate vere e proprie novità per le pensioni sono state viste come misure di aiuto, considerando che sono rivolte essenziale a categorie di persone considerate svantaggiate come coloro che sono rimasti senza occupazione, malati gravi e invalidi o coloro che svolgono attività faticose.

Il Ddl Concorrenza, come ormai ben noto e da tempo spieghiamo, contiene, tra le altre, una norma strettamente collegata alle novità per le pensioni di uscita anzitempo dalla propria attività che permetterebbe di andare in pensione anzitempo fino a due anni rispetto all’attuale soglia fissata a tutti i lavoratori iscritti a singoli comparti di settore, come medici, magistrati, giornalisti, avvocati, commercialisti, ingegneri, architetti, che possono usufruire di questa opportunità nei casi di non occupazione da lungo tempo o di cessazione della propria attività, chiedendo il riscatto di quanto versato nel fondo fino al momento della richiesta di pensione finale.

La novità per le pensioni del Ddl Concorrenza rappresenta certamente un primo passo reale verso un cambiamento dell’attuale sistema, ma l’auspicio è che si continui ad andare con ulteriori novità per le pensioni, soprattutto di quota 100 e di quota 41 per tutti senza oneri, che però risultano ancora ben lontane dall’essere approvate, mentre si dovrebbe andare avanti con le ulteriori novità per le pensioni del momento successivo.

Anche in questo senso però regna ancora grande incertezza, considerando che non si hanno le idee chiare sulle novità per le pensioni ulteriori da analizzare nel momento successivo e che potrebbero essere: novità per le pensioni di per i ragazzi; novità per le pensioni di revisione delle attese vita, con sistemi da stabilire in base alla tipologie di occupazione in cui si è impiegati; novità per le pensioni per favorire l’uscita dalla propria attività del mondo femminile; ma anche novità per le pensioni di miglioramento e ampliamento delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 con eventuale ulteriore stanziamento di soldi.

Le ultime posizioni di Tomaselli e passo concreto verso novità per le pensioni

Il relatore del provvedimento per la maggioranza, Paolo Tomaselli, prenderà la parola in giornata al momento del voto di fiducia sul testo, lui che si è occupato di portare avanti il provvedimento, rilanciando la norma collegata alle novità per le pensioni che, come detto, potrebbe essere finalmente vista come la prima reale e concreta novità per le pensioni messa in atto dall’attuale esecutivo, con l’auspicio, come accennato, che si possa continuare ad andare avanti sulla strada di ulteriori novità per le pensioni che, come ben sappiamo, potrebbero rappresentare il volano per una ripresa economica effettiva.

Le recenti posizioni di Gentile e impatto

Tra coloro che in questi anni si sono battuti per arrivare alla conclusione della partita sul Ddl Concorrenza, Antonio Gentile, sottosegretario al Dicastero dello Sviluppo economico che, pur non considerando, da sempre, le novità per le pensioni come misure prioritarie per un rilancio di economica e sviluppo interno, alla fine è stato il primo provvedimento che ha compiuto un primo passo concreto proprio verso l’approvazione di novità per le pensioni seppure, come spiegati, si tratti di una novità per le pensioni che non varrà ancora per tutti ma solo per categorie ristrette di persone, ma che sarà comunque strutturale.

Le ultime posizioni del premier Gentiloni e attese ultime notizie per le pensioni

Probabilmente il merito dell’approvazione finale del Ddl Concorrenza sarà del premier Paolo Gentiloni: è, infatti, con il suo esecutivo che questa partita, che si gioca da oltre un anno e mezza, finalmente si chiude ed è con lui che la prima vera novità per le pensioni viene approvata. Le ultime notizie sulle intenzioni dell’attuale premier, poi, potrebbero lasciar ben sperare nell’approvazione di ulteriori novità per le pensioni, considerando che lo stesso premier qualche tempo fa avrebbe parlato di possibilità di ripresa di quei cambiamenti peggiorativi che erano già stati annunciati, come revisione di alcune tipologie di pensioni come baby pensioni, pensioni di invalidità di guerra, a vedove e superstiti, per recuperare soldi che potrebbero essere necessari per l’attuazione di ulteriori misure positive per tutti, come le novità per le pensioni più profonde.








di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su