Tariffe energia elettrica: le offerte del momento

Vediamo come scegliere le migliori tariffe dell'energia elettrica. Guida su quali parametri da valutare per la scelta delle tariffe più convenienti

La liberalizzazione del mercato energetico, che dal primo luglio 2018 diventerà finalmente realtà anche nel nostro Paese, ha già avuto come effetto principale la corsa degli utenti più avveduti alla ricerca di informazioni utili per conoscere quali sono le tariffe dell’energia elettrica più convenienti. Quella data fatidica, infatti, sarà il termine ultimo entro il quale sarà obbligatorio scegliere un fornitore di energia, luce e gas per la propria casa o per il proprio appartamento. Se la decisione non verrà presa rispettando questa scadenza, mantenere lo stesso fornitore del mercato di maggior tutelanon sarà un passaggio automatico per gli utenti ‘distratti’. È bene quindi iniziare ad informarsi e questa guida alla scelta delle tariffe dell’energia elettrica più convenienti potrà fare al caso vostro. Buona lettura quindi e… occhio agli appunti.

Tariffe energia elettrica: guida alla scelta delle tariffe più convenienti

La guida alla scelta delle tariffe elettriche della luce più convenienti non può non aprirsi con una precisazione. Non basta, infatti, cercare le apposite piattaforme, come per esempio segugio.it ofacile.it, che consentono in tempo reale di confrontare il prezzo dell’energia elettrica e quindi valutare quale sia l’offerta migliore. Bisogna anche provare a conoscere quali sono i prodotti che rendono possibile un reale risparmio in termini economici e anche una funzionalità ottimale. Non è detto, infatti, che tutte le lampadine a LED, per esempio, rispettino i medesimi standard di efficienza e di qualità a prescindere dalla casa di produzione.

Ecco perché è importante, nella stessa misura in cui si pone attenzione alle tariffe dell’energia elettrica più convenienti, valutare bene dove e come acquistare i prodotti che potrebbero essere definiti surrogati. Spesso i clienti dei fornitori del mercato libero possonotrovare sui siti delle varie compagnie elettriche una vasta gamma di prodotti in grado di soddisfare standard qualitativi sempre elevati e anche le aspettative di una clientela che diventa sempre più capace di discernere il buono dallo scadente.

Insomma un giro su questi sitiaiuterà, insieme alla scelta della miglioretariffe luce, a non compiere passi falsi nella scelta migliore per ottenere un risparmio in termini economici. Il primo passo da compiere per trovare la tariffa dell’energia elettrica più conveniente ed in grado di adattarsi alle proprie esigenze è capire il consumo medio in un anno. In generale, le offerte tendono a premiare la regolarità nei consumi, più facile per l’elettricità che non per il gas naturale.

Se si hanno consumi irregolari, è importante tenerlo a mente quando si scelgono le offerte. Conoscere il proprio consumo annuo è utile anche per stimare quanto si risparmierà in un anno con una nuova tariffa. Un’operazione che si può fare prendendo visione dei dati relativi al consumo annuo che si trovano alla voce consumo annuo kWh nel riquadro Dati fornitura situato sulla sinistra della prima pagina della bolletta.


Per essere certi di ottenere la fornitura elettrica al prezzo più consono alle proprie esigenze, è indispensabile confrontare le offerte degli operatori energetici attivi nella propria zona. Gli elementi da controllare sono i servizi di vendita, ovvero la quota variabile della tariffa elettrica, l'unica componente del prezzo che dipende dal venditore. Il resto è stabilito dall'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico e dalla legge. Un altro elemento da verificare per provare a scegliere la tariffa dell’energia elettrica più conveniente è il prezzo al kilowattora. Questo perché è la componente che incide maggiormente nel calcolo dei servizi di vendita.

Quando si confrontono le tariffe tra più operatori del mercato libero bisogna far attenzione al costo puro dell'energia e al costo delle varie componenti che tra altri costi, tasse e iva fanno incrementare di molto il costo del Kwh. A questo scopo ogni operatore, per ogni offerta, ha l'obbligo di pubblicare la scheda di confrontabilità: una tabella che permette di verificare il costo totale annuo dell'offerta in base alla tipologia di consumi e a quanto si consuma. In questo modo, in base al proprio profilo di consumatore, sarà facilmente possibile capire l'offerta più vantaggiosa.








di Lorenzo Pascucci pubblicato il


Torna su