Pensioni ultime notizie quota 41, quota 100 e mini pensioni. Massima diffidenza dai partner

Crolla ancora la credibilità del nostro Paese agli occhi della Comunità: ultime notizie e impatto su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:40):La situazione per l'Italia non sembra per niente rosea: le ultime notizie e ultimissime infatti come quella del caso Stx, dell'immigrazione rendono, nei confronti dei partner europei, un'idea di incapacità soprattutto politica dell'Italia nel poter cambiar ritmo, nel prendere le decisioni e impostare finalmente una via verso il risanamento. E queste sono solo che cattive notizie per eventuali novità pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Occorre, infatti, essere consapevoli che le autorità estere non sono mai state contrarie alle novità per le pensioni in modo definitivo e, anzi, la tendenza vedendo anche il mondo delle attività produttive nelle ultime notizie e ultimissime, è quella di un certo ripensamento, ma senza stime nei nostri confronti è più difficile credere potenzialmente nella bontà delle nostre decisioni quando ci dovessero essere.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:01): E uno dei motivi per cui l'apprezzamento sta subendo davvero un tracollo è quello di non aver fatto i tanti mutamenti richiesti e oppurtuni in questo congiuntura favorevole tra cui le novità per le pensioni che contrariamente a quanto si pensa nelle ultime notizie e ultimissime dal'estero non si vedeva così male, anzi come l'assegno universale si auspicava per dare fiducia e ripresa consumi e impego.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Vi sono almeno quattro variabili e solo per considerare quelli recenti che stanno facendo precipitare la stima a livelli molto bassi presso i nostri partner e questo non può che essere negativo per le novità per le pensioni con il rischio di perdere la già poca considerazione nelle ultime notizie e ultimissime si aveva

Continua a crollare la credibilità italiana agli occhi della Comunità soprattutto all’indomani delle ultime notizie che, a causa di una serie di vicende, non fanno che confermare i nostri problemi e la mancanza di organizzazione e professionalità in alcuni casi. Tuttavia, per poter avere il via libera per l’attuazione di novità per le pensioni e l’introduzione di sostegni per i più bisognosi, come l’assegno universale, occorre assolutamente recuperare quella credibilità perduta, considerando gli scenari di patto fiscale e possibile rientro della Merkel in Germania che potrebbe rendere tutto molto più difficile.

Credibilità crollata, ultime notizie e vicende


Le ultime notizie confermano situazioni di grandi difficoltà per il nostro Paese legate all’andamento di alcune dinamiche interne, come:

  1. deficit statale, che continua ad aumentare;
  2. sviluppo economico, che continua ad essere bloccato;
  3. opportunità di impiego, sempre mancanti soprattutto per i ragazzi;
  4. aumento dell’emigrazione di chi è alla ricerca di un futuro migliore.

E non solo. A queste dinamiche che registrano andamenti decisamente negativi si affiancano particolari vicende che tendono a sminuire l’operato del nostro Paese. Ne sono un esempio le ultime notizie relative alla decisione dei francesi di nazionalizzare Stx pur di non cederla alla nostra Fincantieri o quelle relative alla decisione degli austriaci di schierare i carri armati al Brennero per bloccare l’ingresso di migranti dal nostro Paese, decisioni che derivano sostanzialmente da mosse del nostro Paese giudicate male.

A queste si aggiungerebbe, secondo le ultime notizie, l’imminente fine del Quantitative Easing, operazione economica che sarebbe stata molto più vantaggiosa se fosse stata sfruttata per attuare interventi che in realtà non sono stati fatti. Ma si tratta di una situazione non nuova per il nostro Paese, considerando che tante sono le misure proposte e gli annunci fatti su cui puntualmente si fa marcia indietro o ci si ferma. E le ultime novità per le pensioni approvate, come mini pensione con e senza oneri e quota 41, ne sono una dimostrazione, visto che avrebbero dovuto essere in vigore dallo scorso mese di maggio ma che, in realtà, sono ancora attese perché mancano ancora gli atti finali ufficiali. E’ chiaro, dunque, come sia sempre più difficile fidarsi di un Paese che tanto annuncia e poco fa.

Credibilità crollata e mancanza di professionalità

La credibilità che crolla sembrerebbe derivare, secondo le ultime notizie, anche da una mancanza di professionalità riconosciuta nella gran parte degli esponenti. Se finora si è sempre detto che determinati interventi, novità per le pensioni importanti come quota 100 e quota 41 per tutti senza alcun onere, sono stati rimandati per mancanza di soldi, ci sarebbe anche sottolineare che tanto non è stato fatto per mancanza di volontà politica ma anche di competenza nella scelta di provvedimenti da attuare e soldi da investire.

Nonostante i vantaggi che le novità per le pensioni porterebbero, sia in termini di rilancio occupazionale e relativi effetti, sia in termini di risparmi, l’Italia, dopo le ultime vicende, ha perso sempre più credibilità agli occhi della Comunità, quindi per essere totalmente affidabili dovremmo presentare alla stessa Comunità, come del resto già anticipato qualche tempo fa da alcuni esponenti politici, delle certificazioni esterne che dimostrino la reale e concreta convenienza delle novità per le pensioni di quota 100 e di quota 41 per tutti.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su