Pensioni ultime notizie Fedriga, Boeri, Nigi su pensioni mini, quota 100, quota 41 (novità, pensioni)

Rilanciare sulla novità per le pensioni di quota 100 come migliore soluzione pensionistica: le ultime posizioni di Fedriga, Nigi, Boeri

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01):Il sistema di quota 100 del Carroccio ìprevede sia un sistema accanto per chi ha iniziato molto presto una attività o ne ha fatta una pesante e non all'interno di quetsa novità per le pensioni e un onere di pochi percentuali uguali per tutti che lo differenzia nelle ultime notizie e ultimissime dalle altre forme di quota 100

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Il nome del sistema è uguale, ma vi sono differenti modalità con cui questa novità per le pensioni rispetto anche al'originale che rimane è stata portata avanti nelle ultime notizie e ultimissime agiungendo o togliendo delle caratteristiche.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 03:01): Il ritorno del sistema di quota 100 per le novità per le pensioni è stato riportato al centro dell'attenzione dal Carroccio e da alcuni dei rappresentanti nelle ultime notizie e ultimissime con delle distinzioni però nonostante il nome sia uguale.

Nonostante le diverse proposte e i diversi sistemi di novità per le pensioni che continuano ad essere proposti, e che sono stati già discussi nel corso di u lungo tempo, le ultime notizie confermano come, ancora una volta, più parti siano favorevoli soprattutto all’attuazione della novità per le pensioni di quota 100, considerata la migliore soluzione pensionistica per tutti perché darebbe effettiva libertà ad ogni impiegato di decidere quando lasciare la propria attività, seppur a fronte di oneri che, comunque, sarebbero minimi. Stando a quanto riportano le ultime notizie, il Carroccio, che da sempre mira ad una revisione totale dell’attuale sistema, sarebbe tornato a rilanciare proprio sulla novità per le pensioni di quota 100 per una importante revisione dei requisiti di pensione attualmente richiesti. Si tratterebbe, del resto, della novità per le pensioni che, in vista di prossime elezioni, permetterebbe al centrodestra di conquistare nuovi consensi.

E’, tuttavia, davvero la novità per le pensioni che rispetto ad altri sistemi e all’introduzione dell’assegno universale, stando a quanto riportano le ultime notizie, sarebbe la più vantaggiosa, perché:

  1. avrebbe il concreto vantaggio di rilanciare possibilità di impiego, soprattutto per i ragazzi, ed efficienza e produttività;
  2. permetterebbe di accumulare risparmi, anche se lungo periodo, derivanti proprio dagli oneri imposti a carico degli impiegati che decidessero di lasciare anzitempo il proprio impiego;
  3. rispetto all’assegno universale costerebbe meno, circa 7 miliardi di euro a fronte di circa 10 miliardi di euro. Ancor meno, circa 5 miliardi di euro, costerebbe la novità per le pensioni di quota 41 per tutti senza oneri ma sarebbe solo per determinate categorie di impiegati come chi ha iniziato prestissimo la propria attività e non per tutti come la novità per le pensioni di quota 100. E sono diversi i modelli di novità per le pensioni di quota 100 che nel tempo sono stati presentati.

Le recenti posizioni di Fedriga e novità per le pensioni rilanciate


Tra i modelli proposti di novità per le pensioni di quota 100 quello del Carroccio di Massimiliano Fedriga, proposta che segue la stessa logica del modello inizialmente presentato dal Comitato ristretto per le pensioni di raggiungimento della soglia 100 come risultato di somma di età anagrafica e contributiva, partendo dalla base di trentacinque anni di contributi o di cinquantotto anni di età, per cui l’impiegato potrebbe scegliere di andare in pensione a cinquantotto anni di età e quarantadue di contributi, o a cinquantanove anni di età e quarantuno di contributi, o con trentacinque anni di contributi e sessantacinque anni di età, o con trentasei anni di contributi e sessantaquattro di età, e così via.

Le ultime affermazioni di Nigi e attese per novità per le pensioni

Per i rappresentanti dei dipendenti, la novità per le pensioni di quota 100 dovrebbe seguire il modello di uscita partendo da una base di 60 anni di età e 40 anni di contributi senza però prevedere alcun onere. Tra coloro che ha rilanciato questa proposta che certamente sarà di difficilissima approvazione, anzi, destinata ad essere messa da parte, anche Marco Paolo Nigi, segretario generale della Confederazione Generale dei Sindacati autonomi. Come dett9o, però, non si tratta di un modello che potrebbe andar bene ora, alla luce delle ultime notizie sulla condizione economica del nostro Paese.

Le recenti affermazioni di Boeri e rilancio di novità per le pensioni

Anche Tito Boeri, responsabile dell’organismo per le pensioni, avrebbe parlato di un modello di novità per le pensioni di quota 100 collegato al quoziente familiare. La base da considerare in tal caso sarebbe quella proposta dal modello di quota 100 presentato dal comitato ristretto per le pensioni, vale a dire 60 anni di età e 40 anni di contributi, con oneri, che solitamente sono previsti tra il 4 e il 12% in base all’anno in cui si decide di anticipare l’età di uscita rispetto a quella prevista dall’attuale soglia fissata dei 66 anni e sette mesi. Ma nel modello del responsabile dell’organismo per le pensioni gli oneri sarebbero collegati al quoziente familiare, diventando più bassi per chi ha un quoziente familiare basso.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 03:01): Il ritorno del sistema di quota 100 per le novità per le pensioni è stato riportato al centro dell'attenzione dal Carroccio e da alcuni dei rappresentanti nelle ultime notizie e ultimissime con delle distinzioni però nonostante il nome sia uguale.








di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su