Conti correnti bancari: il costo di quelli italiani è tra i più alti d'europa. I migliori in Olanda

Per il conto corrente in banca in Italia si spende quasi 120 euro l’anno, contro gli 80 euro della Francia e i 65 euro della Germania. La migliore risulta essere l'Olanda

Per il conto corrente in banca in  Italia si spende quasi 120 euro l’anno, contro gli 80 euro della Francia e i 65 euro della Germania.

Ma il Paradiso dei correntisti si conferma l’Olanda, dove una famiglia con reddito medio paga poco più di 10 euro l’anno. È quanto emerge dal Rapporto 2007 sull’integrazione dei mercati finanziari nell’Ue, messo a punto dalla divisione del commissario Ue per il mercato interno, Charlie McCreevy.

Rapporto nel quale si accolgono con soddisfazione i progressi compiuti negli ultimi anni sul fronte dei servizi finanziari, banche e assicurazioni comprese. Ma si sottolinea anche il cammino ancora lungo da compiere per arrivare ad un’integrazione completa, soprattutto sul fronte dei servizi al dettaglio a beneficio dei consumatori.

A colpire è proprio il dato sul costo annuo dei conti bancari attraverso l’Europa, con un gap tra la carissima Italia e la “virtuosa” Olanda di circa 110 euro. Almeno fino al 2005, anno al quale risalgono gli ultimi numeri in possesso della Commissione Ue. Conto conveniente anche in Gran Bretagna (meno di 20 euro l’anno), in Finlandia (circa 30 euro) e in Svezia e Irlanda (poco più di 40 euro).





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su