Entrata Turchia nell'Unione Europea: un deciso passo indietro oggi dal Consiglio Ue

'Il Consiglio attende con ansia le conferenze intergovernative con la Turchia' La formulazione finora era 'negoziati di adesione'.

"Il Consiglio - si legge infatti nel comunicato finale - attende con ansia le conferenze intergovernative con Turchia e Croazia più tardi". La formulazione finora era "negoziati di adesione".

Per la prima volta, dunque, non viene utilizzata la parola "adesione" nel caso della Turchia ma solo "conferenze intergorvernative"

"Il Consiglio - si legge nelle conclusioni del Consiglio - si rammarica per il limitato progresso ottenuto nell'ambito delle riforme politiche", anche se i ministri aggiungono di rallegrarsi "per l'intenzione e il rinnovato impegno del governo turco di continuare il processo di riforma e di affrontare le lacune esistenti".

Non solo. "Sono necessari - proseguono le conclusioni approvate dai ministri a Bruxelles - significativi sforzi in altre aree con la riforma giudiziaria, la lotta contro la corruzione, i diritti delle minoranze e il rafforzamento dei diritti culturali, delle donne, dei bambini, dei sindacati e il controllo civile dei militari".

Infine, la Turchia viene nuovamente invitata ad applicare anche alla repubblica greca di Cipro l'estensione del protocollo di Ankara sull'Unione doganale con l'Ue.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su