Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 su tutto domina l'interesse del singolo

Per tutti gli attori interessati alle novità per le pensioni, domina il proprio singolo tornaconto nelle ultime notizie che rende tutto sempre più lontano

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01): La partita si gioca ormai tutta sulla ricerca del consenso, anche sacrificando le novità per le pensioni. A breve l'esperienza di questo esecutivo volgerà a termine e di conseguenza gli interessi nelle ultime notizie e ultimissime sono spostati altrove e non ci resta che osservare il mutamento di scenario.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Ed è forse arrivando a questo punto che vengono fuori i reali interessi, che le novità per le pensioni non comprendono. La corsa è adesso su altro ovvero sulla riconferma e di conseguenza le azioni che stanno ispirando la maggior parte degli esponenti istituzionali nelle ultime notizie e ultimissime è quella della ricerca del facile consenso, sacrificando tutto il resto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 03:01): Tutto ruota intorno alla parola interesse e se le novità per le pensioni diventano meno interessanti per esponenti, imprenditori e rappresentanti per diversi motivi prevelgono questi nelle ultime notizie e ultimissime nonostante obiettivamente l'urgenza rimanga e anzi cresce.

Lascia sicuramente perplessi l'atteggiamento da parte di tutti le forze e dei protagonisti a differenti livelli per le novità per le pensioni e, in generale, per tutto quello che sarebbero necessario e urgente fare e, che invece, si lascia come sempre andare in una logica che in una parola solo si può riassumere con il termine "interesse" o meglio ancora "Fare il proprio interesse".

Tutti fanno i propri interessi a partire dalle varie forze già presenti o in via di creazione, su cui, si in molti sperano nelle ultime notizie e ultimissime per le pensioni, ma anche a livello imprenditoriale o di rappresentanza.


E se nelle affermazioni sono stati capaci di sottolineare la rilevanza delle novità per le pensioni come una delle variabili per dare una spinta alla ripresa, ora sembrano, appunto, fare un passo indietro e guardare cosa conviene a loro di più senza guardare il bene comune, anche, se poi con le proprie affermazioni, sembra che questo sia il loro obiettivo.

E così le varie forze prima puntavano ad elezioni subito, ora con la massima confusione che si è creata tra alleanze e schieramenti, divisioni interne e esterne, cercano di prendere tempo e concetrarsi su come ottenere il maggior consenso o, forse, come riuscire a non perdere meno punti nelle prossime elezioni e cercare di tenere il potere o una fetta di potere. Vedremo poi, cosa potrebbe mutare questo quadro.

Stessa cosa per gli imprenditori che guardano le decisioni che più gli farebbero comodo per la propria attività, cosa anche normale, se queste fossero di largo respiro e non di breve, brevissimo, proprio per meri interessi e facile guadagno immediato o vantaggi che dir si voglia.

E poi i rappresentanti dei dipendenti che non si capisce come decidano di scegliere le proprie priorità, quando ve ne sono alcune come le novità per le pensioni prioritarie per la ripresa e che, invece, paiono anche da loro, nelle ultime notizie e ultimissime, dimenticata

Dunque, riassumendo:

  1. Novità per le pensioni bloccate dalla differenti forze per convenienza attuale
  2. Novità per le pensioni non più richieste da imprenditori per vantaggi di breve respiro
  3. Novità per le pensioni dimenticate dai rappresentati dei dipendenti per puntare su diversi obiettivi

Forze differenti puntano alla propria convenienza attuale in cui non rientrano novità per le pensioni

I diversi schieramenti come abbiamo spiegato poco sopra, cercano di sfruttare al meglio questa situazione o meglio ancora, cercando il modo migliore per venirne fuori dopo le divisioni interne ed estene tra schieramenti ed alleanze, dove non si capsice più bene chi potrebbero essere i vinti e i vincitori.
E almeno fino al ballottaggio prendono tempo. Ma anche dopo, se non vi saranno risutati così netti, è difficile che si riprende il cammino per le elezioni subito che sarebbero assolutamente necessarie visto anche che questo esecutivo è stato assolutamente depotanziato.

Ma al Cavaliere non va poi così bene l'alleanza con il Carroccio, perchè perderebbe di potere e dei suoi personali vantaggi, stesse idee o quasi del segretario della maggioranza, mentre i pentastellati sono in ricerca di una riorganizzazione interna di idee e uomini dopo la sconfitta locale.

E poi serve tempo anche agli schieramenti che si stanno creando per darsi una propria identità.
E così tutti per il proprio interesse, preferiscono rimanere fermi, dando, probailmente, il compito ingrato delle prossime decisioni di bilancio, non assolutamente facili, a questo esecutivo che senza una vera maggioranza dovrà limitarsi a fare il compitino, atenere la situazione così come è. E da qui parte l'idea nelle ultime notizie e ultimissime di far credere che tutto vada bene, di leggere i dati solo in maniera positiva, vedere il bicchiere mezzo pieno, quando al massimo, non lo è neanche ad un quarto e le raccomandazioni per agire, per fare quello che serve, arrivano in modo costante da tanti soggetti esterni.

E non si sfrutta questa occasione in cui prprio per le varie elezioni nostre, quando ci saranno, e delle altre nazioni, la Brexit, la vittoria francese, c'è una aria diversa nella Comunità che potrebbe come nel caso degli istituti venirci incontro nelle regole e nei soldi per le nostre differenti esigenze novità per le pensioni e le restanti.

Ed è tutto confermato dai fatti, si veda il caso degli istituti, dei soldi dati per il terrmoto (95%), lo sconto di 9 miliardi prossimo ad arrivare per il bilancio e sostego per l'assegno universale, ma anche per sostenere gli occupati e in questo potrebbero centrare le novità per le pensioni su cui si confermano delle sostenaziali aperture anche perhcè il nostro sistema è il più rigido di tutto il continente e gli altri partner lo sanno bene.

Ma niente, anche questa volta, come negli ultimi 12-24 mesi con il QE e altre forme che ci agevolano, e questa volta ancora più agevolati non si fa nulla. Perchè?
Perchè esponenti e schieramenti non sono pronti, devono trovare il modo migliore per tenere il potere

Imprenditori preferiscono avere interessi a brevissimo piuttosto che novità per le pensioni

Gli imprenditori hanno bisogno delle novità per le pensioni e lo hanno affermato e chiesto più volte anche in sede isituzionale e lo hanno dimostrato più volte con una riorganizzazione interna che prevedeva il facilitarsi dell'interscambio in favore dei ragazzi per far crescere l'efficienza e l'efficacia dove siamo fortemente peggiorati nelle classifiche.

E ci sono settori che hanno ottenuto diversi miliardi per far smettere anzitempo, vedesi istituti, ma non solo, e altri, soprattutto grandi realtà imprenditoriali che hanno fatto da sè con ottimi risultati come la Ducati, Luxotica solo per citarne due.
E poi ci sono state le richieste nelle diversi sedi o occasioni istituzionali per richiedere le novità per le pensioni.

E, invece, ora, proprio in queste sedi, si preferisce avere o un taglio delle imposte nelle ultime notizie e ultimissime (che sarebbe, comunque, tra le scelte migliori) oppure un taglio per le imposte sugli occupati, ma che andrebbe quasi tutto a vantaggio della singola impresa. E anche, qui, dunque, si riotrna a parlare di singolo interesse, mero interesse di breve, brevissimo respiro. Anche perchè questo sistema si è già provato a usare senza risultati.

Rappresentanti dei dipendenti puntano su obbiettivi differenti da novità per le pensioni

Sono i buoni per le attività ad essere la priorità massima per i rappresentanti dei dipendenti in una lotta che sembra quasi una ripicca, una sfida all'attuale maggioranza con cui i livelli di sopportazioni sono ritornati a bassi livelli. Una ripicca che ritornerà dall'Alta Corte come è stato affermato e deciso nelle ultime notizie e ultimissime.

Sembrano quasi un ricordo le novità per le pensioni sia quelle appena giunte assolutamenre da criticare sia nella sostanza, ma anche ora, nei tempi e nei modi e sia quelle più importanti per tutti che erano state scritte anche nero su bianco e su cui si dovevano riunioni e trattative. Tutto dimenticato. Meglio forse, stare in silezioni per non farsi toccare le proprie di pensioni? A pensare male si fa peccato, mz qualche volta ci si azzecca...





di Marianna Quatraro pubblicato il


Torna su