Vendita frutta e verdure a prezzi più bassi con offerta diretta delle società agricole

Entro il 2008 saranno circa 100 i mercatini degli agricoltori che nasceranno nelle città italiane, per arrivare, nel 2010, a 400-500 mercati attivi.

Il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha oggi presentato i contenuti del decreto sulle "vendite dirette". Con il provvedimento - spiega il ministro, Paolo De Castro - "sono state fissate le linee guida per tutto il territorio nazionale, si identificano le modalità di vendita dei prodotti, le priorità e le attività e si forniscono indicazioni chiare ed uniformi alle amministrazioni comunali, chiamate a rilasciare le autorizzazioni''.

In una nota il Ministero informa che entro il 2008 saranno circa 100 i mercatini degli agricoltori che nasceranno nelle città italiane, per arrivare, nel 2010, a 400-500 mercati attivi, per un totale di 6000 / 8000 imprese agricole coinvolte.

La CIA, Confederazione italiana agricoltori, si è espressa favorevolmente, constatando che tale decreto chiarisce la normativa sulla vendita diretta e che "la filiera cortissima, che riduce una lunga e farraginosa intermediazione, rappresenta un fattore importante per contenere i prezzi e combattere i rincari abnormi e ingiustificati provocati dai molteplici passaggi e dalle spinte speculative"





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su