Traffico P2P criptato e di notte rappresenta la quasi totalità delle conessioni

Un dato che emerge è che il 20% del traffico P2P è criptato, una soluzione utilizzata dagli utenti per eludere i nuovi filtri utilizzati dai provider.

Ipoque, azienda tedesca specializzata dell'analisi del traffico web, ha divulgato i risultati di un'indagine sui consumi di cinque macro-regioni. Analizzando i dati di Europa Orientale, Europa meridionale, Germania, Medioriente e Australia ha rilevato, tra agosto e settembre, che i servizi più utilizzati hanno a che fare con il P2P. Insomma il 95% del traffico notturno è generato dalla condivisione di file.

Ogni paese si distingue per un rate di traffico P2P differente: si passa infatti dall’84% dell'Europa orientale al 49% del Medioriente. Il formato di file sharing più utilizzato è BitTorrent, tranne nell'Europa meridionale dove domina il circuito eDonkey.

Un dato che emerge è che il 20% del traffico P2P è criptato, una soluzione utilizzata dagli utenti per eludere i nuovi filtri utilizzati dai provider.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su