Cellulare e Internet in metropolitana a Milano. Inizia la sperimentazione

Arriva la copertura mobile per le linee metropolitane grazie a un accordo di Atm (l'Azienda Trasporti Milanesi) con i carrier Tim, Vodafone, 3 Italia

Arriva la copertura mobile per le linee metropolitane grazie a un accordo di Atm (l'Azienda Trasporti Milanesi) con i carrier Tim, Vodafone, 3 Italia e il partner tecnologico CommsCon. È quindi possibile sentir squillare suonerie (con controversi indici di gradimento) anche all'interno dei treni e delle gallerie che collegano le stazioni.

Non sarà forse una festa per le orecchie, però è una sicurezza e un vantaggio che i cittadini milanesi di certo apprezzeranno, anticipando per una volta gli abitanti di Londra e New York. Queste ultime infatti prevedono di arrivare alla copertura mobile solo fra un paio di anni. Per ora le stazioni coperte sono solo quelle di Cordusio e di Cairoli (M1, linea rossa), ma presto il servizio sarà esteso ad altre 20 fermate, alle gallerie e infine a tutta la Milano underground, entro il 2010.

Non solo telefonate: l'accordo permette, grazie alla copertura del segnale Umts e Gsm a 1800 Mhz, di effettuare anche videochiamate e perfino di navigare in internet a una velocità di 384 Kbps. E fra un mese, a fine dicembre, con l'attivazione della copertura Hsdpa (una tecnologia superiore alla attuale Umts che permette di ampliare la larghezza di banda) sarà possibile anche il trasferimento dati a una velocità di 1,8 Mbps; ed entro i primi mesi del 2008, fino a 3,6 Mbps.

Per ora, è in funzione solo il primo dei 9 macro impianti previsti per trasportare il segnale. L'infrastruttura, che usa la tecnica RF over fiber, prevede 250 punti di ripetizione, per permettere una comunicazione di ottima qualità anche nelle zone più impervie e sotterrate.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su