Eurodeputato dell'anno eletto un italiano: Claudio Fava

L'europarlamentare italiano Claudio Fava è stato eletto 'deputato europeo dell'anno' dai cittadini europei attraverso European Voice, rivista del prestigioso settimanale 'The Economist'

L'europarlamentare italiano Claudio Fava è stato eletto "deputato europeo dell'anno" dai cittadini europei attraverso European Voice, rivista del prestigioso settimanale 'The Economist'. Claudio Fava, siciliano, è giornalista e figlio del saggista e giornalista della testata "I Siciliani" Giuseppe Fava, ucciso da Cosa Nostra.

L'esponente del Gruppo Socialista al Parlamento europeo era stato selezionato dalla giuria dell'Economist per il lavoro svolto alla guida della commissione di inchiesta sui voli e prigioni CIA in Europa, una vicenda che il nostro sito ha seguito fin dagli albori. "E' un riconoscimento per l'intero Parlamento europeo- ha commentato Fava - per la nostra determinazione nel pretendere la verità, tutta la verità, su ciò che è accaduto nei nostri Paesi dopo l'11 settembre".
Nella sua relazione Fava aveva avuto critiche sia nei confronti dell'attuale che del passato governo. Si era quindi mostrato super partes e desideroso di difendere solo i diritti umani. Anche oggi si e' espresso negativamente nei confronti della decisione del collega di coalizione Clemente Mastella che, in qualità di ministro della Giustizia si è adoperato per fermare la messa in onda dell'ultima puntata del "Capo dei capi".

L'elezione dell'europarlamentare dell'anno era aperta a votanti di ogni Paese europeo ed è avvenuta in questi mesi via Internet. La giuria che aveva effettuato le nomination era formata da Carl Bildt, ex ministro degli esteri sevedese, Wilfried Martens, presidente del PPE (centodestra europeo), John Micklethwait, direttore dell'Economist, Maria João Rodriguez, docente all'Universita' di Lisbona, George Vassiliou, ex presidente di Cipro, Paul Demaret, rettore del College of Europe, Helen Wallace direttore del Centro studi avanzati Robert Schuman e dell'European University Institute di Firenze, Mario Monti, presidente dell'Università Bocconi ed ex commissario europeo, Dana Spinant, Direttore di European Voice, la rivista dell'Economist che promuove il premio.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su