Hp trimestrale: buone le vendite, soprattutto fuori dagli Usa in un mercato stagnante

Hp comunica i risultati trimestrali: l'utile netto è stato di 2,2 miliardi di dollari, vale a dire il 28 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Hp comunica i risultati trimestrali: l'utile netto è stato di 2,2 miliardi di dollari, vale a dire il 28 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Anche i ricavi vanno bene: crescono del 15 per cento e portano nelle casse della grande azienda più di 28 miliardi di dollari, con un utile per azione di 0,81 dollari. Tutto bene quindi, ma non troppo: gli analisti avevano atteso in media un utile per azione di $ 0,82.

Il gigante dei Pc insomma cresce, nonostante il mercato sia un po' stagnante. A trainarne il successo, la crescita nelle vendite di computer (che è aumentata del 30 per cento in termini di fatturato): fra questi, vanno bene soprattutto i portatili che sono sempre di più preferiti ai fissi. Ma anche le stampanti fanno la loro parte, essendo in crescita del 4 per cento.

A far bene alle casse della compagnia di Palo Alto è in special modo il mercato al di fuori degli Stati Uniti - ormai un po' saturo - dove la debolezza del dollaro fa la sua parte. In particolar modo, non bisogna dimenticare l'importanza che sta rivestendo la vendita nel mercato cinese, sempre in veloce ascesa.

L'amministratore delegato di HP, Mark Hurd, spiega al Wall Street Journal di aver fatto molti sforzi per migliorare la produttività dell'azienda rendendola più efficiente. Inoltre, anche gli ingenti investimenti in campo server e soprattutto software hanno dato i loro risultati.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su