Nuove ferrovie e rotte marittime in Francia e meno strade e più tasse per le auto

Durante una conferenza sull’ambiente dov’era presente anche Al Gore, Nicolas Sarkozy ha esposto una serie di temi che potrebbero trasformarsi in disegno di legge, durante il 2008.

Mentre in Italia si pensa alla limitazione elettronica della velocità massima per tutte le vetture, in Francia la possibile soluzione soluzione per una mobilità sostenibile potrebbe passare per le ferrovie: durante una conferenza sull’ambiente dov’era presente anche Al Gore, Nicolas Sarkozy ha esposto una serie di temi che potrebbero trasformarsi in disegno di legge, durante il 2008.

Stiamo parlando di oltre 2000km di nuove linee ferroviarie da costruire entro il 2020 per abbattere il trasporto su gomma ed un rafforzamento dei collegamenti via mare con Spagna ed Italia.

Non mancheranno Carbon Tax per le vetture con emissioni troppo alte di CO2, tasse per l’ingresso in centro città, sconti sui prodotti ecologici e finanziamenti alle ricerche sui biocombustibili.

Il timore è che a farne le spese saranno sempre gli automobilisti, sempre più tassati, ma anche la reazione delle case automobilistiche transalpine è ancora da verificare.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su