Pensioni calcolo quando andare nel 2017 prima con pensioni anticipate. Requisiti ed età 2017

Ecco gli ultimi aggiornamenti sulle novità per le pensioni e le possibilità di uscita anticipata concesse in questo 2017.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:44):Al momento, comunque, le aspettative di vita sono bloccate, non come novità per le pensioni, ma perchè era già previsto che il prossimo aggiornamento sarà nel 2019 anche se nelle ultime notizie e ultimissime si sperava di una revisione delle speranza di vita e vi erano state anche delle aperture in questo senso.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:05): Vi sono dei sistemi per le pensioni anticipate che riprendono l'attuale sistema ampliati dall'INPS con la circolare per i 64 anni delle ultime notizie e ultimissime, mentre altri che sono delle vere e proprio novità per pensioni di quando si può andare in pensione prima nel 2017rappresentate dall'Ape e da quota 41 che devono essere, però, ancora entrare in vigore

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Sicuri di conoscere tutti i dettagli sulle novità per le pensioni approvate dalla maggioranza. Tra calcoli e simulazioni, requisiti da rispettare, tasse, premi e domande come da ultime e ultimissime notizie, sono realmente tanti i dettagli da valutare per verificare se è possibile accedere a questi nuovi strumenti.

Al via un anno di grandi cambiamenti sul versante delle novità per le pensioni. Anche se l'impianto previdenziale è rimasto immutato, l'ultima legge di bilancio ha introdotto nuovi strumenti per l'uscita anticipata. Ci sono alcune condizioni ben precise da rispettare così come è sempre possibile che le richieste non vengano accolte, alla luce delle risorse limitate stanziate dal governo. Tuttavia si tratta di opportunità aggiuntive concesse ai lavoratori italiani ovvero agli aspiranti pensionati che, in base alle ultime notizie pensioni, sono in numero sempre maggiore. Evidentemente le attuali leggi previdenziali sono considerate troppo rigide e restrittive e non in grado di rispondere efficacemente ai reali bisogni sociali e alle troppe contraddizioni.

Novità per le pensioni: calcolo, età, requisiti dell'Ape

La principale novità per le pensioni nel 2017 è appunto quella che scatterà a maggio. Si tratta dell'Ape che altro non è che la possibilità di richiedere l'anticipo pensionistico da parte dei lavoratori con almeno 63 anni di età e anzianità contributiva minima richiesta per la pensione di vecchiaia, di norma 20 anni. In buona sostanza non è altro che un prestito concesso per dodici mensilità all'anno fino a quando l'interessato non avrà raggiunto il diritto a riscuotere la pensione di vecchiaia. Per ottenere l'Ape è obbligatoria la polizza assicurativa contro il rischio di premorienza. In ogni caso, il suggerimento è di provare a effettuare in autonomia la simulazione del costo, tenendo presente che in questa pagina è gratuitamente sfruttabile una calcolatrice online.

Ultime notizie pensioni: tasse, premi e domande


L'Ape può coprire fino a tre anni e sette mesi e la pensione, al netto della rata di ammortamento corrispondente all'anticipo richiesto, deve risultare non inferiore a 1,4 volte il trattamento minimo previsto nell'Ago. Sul fronte della tassazione, l'anticipo è esente da Irpef, mentre sugli interessi del finanziamento e del premio assicurativo sarà riconosciuto un credito di imposta annuo. Facendo ben presente, come abbiamo approfondito in questo focus come non si tratti dell'unico strumento per l'uscita anticipata, la domanda di accesso all'Ape va presentata con quella di pensione. Perfezionato l'iter amministrativo, le domande non saranno più revocabili e il recesso sarà possibile finché il lavoratore non avrà espressamente accettato il prestito. L'istruttoria sarà curata dall'Inps, mentre i ministeri competenti e le associazioni dei bancari e delle assicurazioni stipuleranno apposite convenzioni per ridurre i costi operativi.

E per quota 41 e lavori usuranti?

Una particolare attenzione nel quadro delle novità per le pensioni è stata assegnata a due categorie di lavoratori ben precise: coloro che svolgono attività prevalentemente faticose e i precoci ovvero quelli che hanno iniziato a lavorare sin dalla minore età. Tutti loro, nel rispetto di alcune condizioni, peraltro giudicate da alcuni osservatori troppo restrittive, possono andare in pensione anticipatamente e in maniera gratuita attraverso l'Ape social, interamente a carico dello Stato.





di Chiara Compagnucci pubblicato il


Torna su