Adobe acquista Buzzword e lancerà una suite di servizi online per competere con Microsoft Office

Viene oggi annunciata Office Live Workspace, una piattaforma online che permetterà agli utenti di archiviare e condividere i file di Word, Excel e PowerPoint, ma con alcune limitazioni

Che Microsoft e Adobe siano impegnati nell'online, è ormai da tempoevidente. Due sono i fronti principali: la suite di produttività daufficio e le applicazioni multimediali, il rispettivo core businessdelle aziende. Eppure, negli ultimi mesi, i due settori stannoconvergendo verso un unico mercato, anticipando uno scontro diretto conGoogle. Proprio oggi, Microsoft annuncia una piattaforma per archiviarei file di Office, mentre Adobe acquisisce Buzzword,un'applicazione online che permette di creare documenti di testo: inentrambi i casi, si tratta di strumenti per la condivisione diconoscenza.

Il momento delle applicazioni web è in pieno fermento. Office Live Workspacepermetterà a tutti gli utenti Microsoft di archiviare online i fileprodotti con la suite Office, gratuitamente. I documenti avrannodiversi livelli di privacy e potranno essere visualizzati solodall'autore, da altri utenti, oppure potranno essere pubblici. Ognisingolo utente può caricare fino a mille file, che possono esseremodificati solamente da chi ha acquistato una copia originale diMicrosoft Office – almeno Word o Excel –, tenendo così sotto controllol'uso del software online. Si tratta, nei fatti, di un'integrazione delsoftware venduto offline, una sorta di feature aggiuntiva per gli utenti leciti.Alla fine dei conti, però, non è un incentivo sufficiente a scoraggiarela pirateria del software prodotto da Microsoft; la possibilità dicaricare file e di modificarli online è già un servizio offerto damolte applicazioni web gratuite, primo su tutti Google.

Perquanto riguarda il mercato business, Microsoft offre maggiori servizispecificamente per le aziende. In particolare, vengono estese lefunzionalità di data mining, permettendo alle imprese di archiviareautomaticamente la posta elettronica da e verso l'ufficio.L'introduzione di Office Live Workspace si inserisce all'interno di unlento processo intrapreso da diversi anni da parte di Microsoft e che,finora, vede ben pochi risultati. L'universo Live resta ancora desolatoe poco funzionale, soprattutto alla luce della grande G. Inoltre, aRedmond sono ancora impegnati con il beta testing di Silverlight, software multimediale che vuole sfidare il predominio di Adobe Flash soprattutto nel settore del video.

Eproprio Adobe è, in questi giorni, in piena attività. L'acquisizione diBuzzword, competitor di Google Docs, apre le porte al settore dellaproduttività d'ufficio anche per Adobe che, dopo anni di leadershipnella grafica, prova a interessarsi anche al mondo office. Altre duenovità, infine, sottolineano la presenza costante dell'aziendanell'online: la tecnologia Flash raggiunge anche icellulari grazie alla nuova versione mobile, mentre Adobe apre alpubblico la piattaforma di media player, annunciata lo scorso aprile. Adobe Media Player sarà ufficialmente lanciato nella prima metà del 2008.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su