Carte di credito in Italia: in costante crescita l'uso che si avvicina a qulli europei

Nel 2006 le transazioni sono cresciute del +5,7% e si registra un incremento in costante aumento

I "soldi di plastica" sono sempre più presenti nel portafoglio degli italiani eil nostro Paese si va avvicinando ai tassi di penetrazione registratiin altri Stati europei. Le potenzialità di un'ulteriore espansione delbacino attuale di titolari di carte di pagamento restano significative,sebbene il mercato si vada progressivamente articolando, sia comedomanda, sia come offerta.

Sono questi i principali risultati della quinta edizione dell'Osservatoriosulle Carte di Credito Assofin - CRIF Decision Solutions - GfK Euriskopresentato oggi a Milano. Nel 2006 il mercato italiano si ècaratterizzato per un incremento del +3% del numero di operazionieffettuate utilizzando strumenti di pagamento diversi dal contante.Tale crescita è dovuta all'incremento delle transazioni effettuate concarte di debito e di credito (+5,7%), e attraverso bonifici (+2,5%),mentre è stato registrato un calo del 2,7% nell'utilizzo di assegni.

Dalla Relazione annuale di Banca d'Italia risulta in deciso incremento - pari al +18% - del numero di carte di debito in circolazione e di operazioni effettuate con questo strumento (+5,2%).

Nel 2006 si è registrato inoltre un grande sviluppo della diffusionedi carte prepagate che risultano essere 4,5 milioni (+36% rispettoall'anno precedente) e un'ancora più significativa crescita del loroutilizzo (35,5 milioni di operazioni, con un incremento del +73%rispetto al 2005).

La preferenza da parte di carte di credito è rivolta verso quelle cosidette " a opzione", che lasciano la scelta di rimborsare in un'unica soluzione o di rateizzare il credito dovuto.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su