Il 20% di sconto più il 25% di sconto fa il 40% di sconto, ma trae in inganno i consumatori

Uno sconto del 25 per cento su cui ne è applicato un altro del 20 per cento: quant'è lo sconto finale?

Uno sconto del 25 per cento su cui ne è applicato un altro del 20per cento: quant'è lo sconto finale? Stando attenti a fare bene iconti, lo sconto risulta del 40 per cento sul prezzo di partenza. Lanostra percezione, però, viene ingannata: siamo portati automaticamentea sommare le percentuali o a preferire inconsciamente il prodotto cheriporta due sconti piuttosto che uno solo. I matematici Haipeng Chendell’Università di Miami, e Akshay Rao dell’Università del Minnesota,hanno indagato i motivi di questo errore, ricorrente anche tra glistessi insegnanti di matematica. L’articolo sarà pubblicato sul numerodi ottobre della rivista Journal of Consumer Research.

Gli autoridella ricerca hanno condotto tre diverse prove. Nella prima hannochiesto agli studenti di una grande università americana di calcolarelo sconto finale a partire da un dato prezzo, proprio come nell'esempioriportato. Risultato: solo il 26 per cento ha risposto correttamente,mentre il 59 per cento ha sommato le due percentuali. Per approfondirei motivi del frequente errore, Chen e Rao hanno promesso 2 dollari aglistudenti che avrebbero dato la risposta esatta. La percentuale deglistudenti che hanno sommato i due sconti è scesa in questo caso al 26per cento: questo sembra suggerire che l'errore sia dovuto, almeno inalcuni casi, a una mancanza di concentrazione, più che alla realeincapacità di calcolare le percentuali. Molto, però, dipende anche dalgrado di difficoltà e dal fatto che il risultato sia effettivamenteplausibile o meno.

Nella terza prova, infine, i matematici hannosimulato delle situazioni di compravendita, riscontrando che il sistemadi indicare sconti sequenziali può far effettivamente aumentare levendite.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su