Delusione sul Governo da parte di due italiani su tre secondo un sondaggio su Corriere della Sera

Gradimento al minimo per il governo dopo la risalita della primavera scorsa

Gradimento al minimo per il governo dopo la risalita della primavera scorsa: giudizio sfavorevole dal 68% degli italiani, due su tre sono critici verso l'esecutivo Prodi che dal giugno scorso ha perso 11 punti. Sono i risultati del sondaggio Ispo per il Corriere della Sera secondo il quale solo il 27% dei cittadini si esprime a favore del governo, i 'no' a giugno erano il 57% e ora sono il 68%.

Il 31% di chi vota per il centrosinistra è critico verso Prodi e un altro 4% dichiara di non avere opinioni a riguardo. Il picco del dissenso si registra tra i 18 e i 24 anni con il 78% dei no e tra i 25 e i 34 con il 73%.

Come osserva Renato Mannheimer nel suo commento "il 76% di chi è indeciso su cosa votare è comunque critico nei confronti dell'esecutivo e il malumore, presente in tutte le classi sociali, è più accentuato tra i giovani, tra le donne (specie le casalinghe) e tra chi possiede un titolo di studio meno elevato.

"L'origine di tutto questo scontento - conclude Mannheimer - sta soprattutto nell'incapacità del governo di 'concludere le cose': vengono citati decine di esempi di mancata realizzazione di questo o di quell'impegno, di questo o di quel progetto, di questa o di quella promessa".








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su