Pignoramenti case mai così elevati in Usa a causa della crisi dei mutui subprime

La crisi dei subprime fa registrare un altro record: quello dei pignoramenti delle case. Oggi la Mortgage bank Associacion ha pubblicato i dati relativi al secondo trimestre 2007. Si parla dello 0,65% delle abitazioni

La crisi dei subprime fa registrare un altro record: quello dei pignoramenti delle case. Oggi la Mortgage bank Associacion ha pubblicato i dati relativi al secondo trimestre 2007. Si parla dello 0,65% delle abitazioni. Un dato che batte il primato del primo trimestre (0,58%). Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso i pignoramenti sono aumentati del 44%.

Wall Street ha subito i contraccolpi di questa cattiva notizia. Dopo circa un'ora dall'inizio degli scambi, il Dow Jones ha perso lo 0,14% a 13.286 punti, mentre il Nasdaq ha perso lo 0,35% a 2.596 punti.

Negativo anche lo S&P che ha lasciato sul terreno lo 0,21%. Cambio di rotta nel Vecchio continente dove a inizio giornata c'era stato un timido segnale di rialzo dopo i cali di ieri. Alle 16 il Mibtel perdeva lo 0,1% e l'S&P/Mib lo 0,13%. Tra i peggiori titoli c'è Amplifon. La compagnia è stata oggi retrocessa dall'agenzia di rating Citigroup al rango di «sell».

Nel primo pomeriggio il titolo registrava cali del 5,80% a 6,32 euro, toccando un minimo di 6,215 euro. Bene invece Enel (+2%) sulla scorta dei dati positivi presentati in mattinata. Male anche le altre piazze europee. Alle 16 Francoforte perdeva lo 0,26%, Londra lo 0,03 e Parigi lo 0,13.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su