Telco, la nuova Telecom Italia: discussioni per chi dovrà essere il presidente

Primi accenni di tensione tra i soci di Telco, la newco che acquisirà la quota di controllo di Telecom Italia da Pirelli&C

Primi accenni di tensione tra i soci di Telco, la newco cheacquisirà la quota di controllo di Telecom Italia da Pirelli&C.Ancor prima che sia reso noto l’esito dell’istruttoria dell’Anatel,l’autorità brasiliana sulle telecomunicazioni, che mercoledì prossimo,il 29 agosto, dovrebbe rendere noto il verdetto in meritoall’operazione, Telefonica, Mediobanca, Generali, Intesa San Paolo eBenetton non hanno trovato un accordo sul nome del nuovo presidentedell’ex monopolista pubblico della telefonia tricolore.

Martedì scorso si è infatti tenuto un vertice tra i soci nella sededi Mediobanca, e Renato Pagliaro, presidente del consiglio di gestionedi Piazzetta Cuccia, avrebbe proposto il nome dell’attualevicepresidente esecutivo di Telecom Italia, Carlo Buora, senzaincontrare il favore di Intesa San Paolo, che vorrebbe un segno didiscontinuità con la precedente gestione. La banca guidata da CorradoPassera non ha però indicato un’alternativa, e l’incontro si è dovutoconcludere senza possibilità di parlare dei candidati all’altro ruolochiave, ovvero quello di amministratore delegato. Non sembrano comunqueesserci segnali di crisi all’interno di Telco.

Come accennato in precedenza manca ancora l’autorizzazione di Anatel,quindi l’incontro dei giorni scorsi ha semplicemente segnato il via atrattative che potrebbero anche essere lunghe. Indicativo in tal sensoil fatto che Intesa San Paolo si sia manifestata fredda nei confrontidella proposta di Mediobanca, ma senza proporre un suo candidato:probabilmente c’è l’intenzione di non scoprire le proprie carte, e dinon “bruciare” i nomi più interessanti ancor prima di entrare nel vivodella partita.








di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su