Famiglie italiane con più fiducia e tranquillità verso il futuro dell'economia e la sfera privata

Le famiglie sono più serene, l’ottimismo si fa avanti

Le famiglie sono più serene, l’ottimismo si fa avanti. I dati resi noti dalla ricerca condotta da Cra ( Customized Research & Analysis) rivelano che le famiglie sono più positive, prendono la vita con più serenità e si sentono anche più tranquille. La ricerca è stata condotta su un gruppo di persone, precisamente sono state intervistate 4.160 persone con più di 18 anni, campione rappresentativo che ha dimostrato come le famiglie italiane sono più ottimiste.

In particolare, migliorano le aspettative su economia, sfera privata e tasse. Il fronte che meno preoccupa è quello della sfera privata, degli affetti.

Ma procediamo con ordine. La ricerca condotta da Cra ha evidenziato sei sotto- parametri che descrivono la situazione delle famiglie indicando dove le famiglie si sentono più sicure e dove invece si sentono più pessimiste.

Il bilancio privato
E’ in questo sotto-gruppo che le famiglie raggiungono il picco di ottimismo.
Il 79% degli intervistati (quattro famiglie su cinque) prevede che il proprio budget rimarrà invariato nei prossimi 12 mesi. Diminuisce il numero di chi vede la situazione nera, mentre rimane invariato il numero degli ottimisti ( il 5%).

I prezzi
A renderli più preoccupati sono i prezzi: il pessimismo si fa presente con il 69% degli intervistati che pensa che ci sarà un aumento dei prezzi. A fronte di questi timori, le famiglie sono anche disposte a rinunciare a beni di lusso come la macchina nuova, viaggi, cene fuori case, beni di lusso, ma non toccate il cibo! Infatti, nonostante, siano disposti a rinunciare su alcuni beni, non lo sono per il cibo, le bevande, il carburante e i prodotti per la casa.


Investimenti
Il numero di coloro che non si aspetta novità per i propri investimenti resta più o meno stabile mentre cala quello di chi teme un peggioramento. Il 2% invece, prevede un miglioramento: pensano che i rendimenti di quanto investito aumenteranno nei prossimi 12 mesi.

Prelievo fiscale
Il numero dei preoccupati per un maggiore prelievo fiscale sono diminuiti.

Economia di paese
Continuano a prevalere quelli che non prevedono cambiamenti nella situazione economica

I risparmi
In rialzo, se pur minimo, il numero di coloro che pensa che risparmierà di più, mentre diminuisce il numero di coloro che pensano ad un’erosione dei propri risparmi. Il numero di coloro che prevedono una stabilità cresce, dato, quest’ultimo, che sottolinea un certo ottimismo. Un gruppo su quattro, però, non ha risparmi.





di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il


Torna su